Noemi e il murale della speranza

da | Mag 15, 2021 | Primo piano

“Street art” ideata dalla bambina che fu ferita in piazza Nazionale. No ai modelli negativi per i giovani

Un messaggio di speranza partirà oggi da piazza Nazionale dove, salvo ritardi nell’erogazione dei permessi, nell’anfiteatro centrale sarà disegnato un murale per Noemi, la bambina che a 4 anni fu ferita da un proiettile vagante il 3 maggio 2019 nel corso di una sparatoria di camorra. E sarà proprio la piccola (che tuttora sconta le conseguenze di quelle gravi ferite) a colorarlo… Con l’intento dei familiari, in collaborazione con la fondazione Polis, di far rimettere a posto anche pavimentazione e giostrine per restituire questo spazio ai bambini del Vasto-Arenaccia. Un messaggio positivo.
Sulla scia della campagna contro i murales con i volti di Ugo Russo e Luigi Cajafa, i due ragazzi del centro uccisi dalle forze dell’ordine mentre stavano tentando delle rapine (era il 13 gennaio quando il prefetto Valentini disse che quelli e altri simboli del male dovevano essere rimossi, onde evitare effetti emulativi), abbattuti alcuni degli altarini e tacitati un gruppo di intellettuali critici nei confronti di questa iniziativa, si susseguono le voci di autorevoli esponenti politici e, soprattutto, delle forze dell’ordine – come il generale dei carabinieri La Gala e il questore Giuliano – i quali insistono sul fatto che ai giovani devono essere offerti modelli positivi. Sacrosanto. L’origine della devianza infatti va ricercata sostanzialmente “nel contrasto tra i valori (i modelli di successo) che la società propone e il fatto che non a tutti vengono dati in egual misura gli strumenti per perseguirli”, volendo sintetizzare il pensiero di vari sociologi Usa…
Basti pensare al degrado in cui si vive in certe zone e alla mancanza di servizi, di opportunità di lavoro e persino di spazi per respirare (una piccola area verde, oppure per giocare a pallone, in ogni rione). “Per noi la strada, le nostre piazzette, sono come una casa” ha detto un ex componente della paranza dei bambini del fu Antonio Sibillo il cui altarino è stato rimosso, “sono i luoghi in cui sin da piccoli passiamo la maggior parte del tempo e, quando qualcuno viene a mancare, la sua immagine ci fa compagnia”. Ma parliamo di ragazzi che rapinano, spacciano, uccidono. Non a caso il prefetto Morcone, assessore alla legalità della Regione, sul Mattino dell’11 maggio ha fatto appello alla responsabilità collettiva. “Il controllo del territorio non può essere delegato solo alle forze dell’ordine. Esistono più livelli, dalla polizia locale alle verifiche sul funzionamento dei servizi e delle attività cittadine, per far rispettare le regole”. Nelle settimane scorse, anche a proposito degli assembramenti, si era parlato di eccesso di tolleranza… “Se parliamo di eccesso di tolleranza”, ha detto Morcone, “dobbiamo parlare anche di necessità che funzionino con regolarità i servizi, che ci siano controlli sulla legalità in tutti i sensi. Se per esempio si pensa al ritorno dei turisti, dovremmo subito impegnarci per offrire loro una città con i servizi funzionanti…”.
E se le amministrazioni funzionassero, già sarebbe un buon esempio.

Gattuso da incapace a fenomeno

Gattuso da incapace a fenomeno

Come i media napoletani hanno trattato l’allenatore protagonista di una stagione fra luci e ombre C’è una sorta di schizofrenia dell’informazione sportiva che atavicamente si accompagna al cammino del Napoli Calcio. E mai come in questo frangente essa si è palesata...

Italia tutta gialla si torna a vivere

Italia tutta gialla si torna a vivere

Indice rt in discesa: da lunedì in tutte le regioni sarà possibile sedersi in bar e ristoranti Si torna a vivere. Come prima e più di prima. Stando attenti a non commettere l’errore di creare inutili assembramenti e circolare senza mascherine, ovviamente. Dopo la...

Voglia di tornare in campo

Voglia di tornare in campo

di Cinzia Rosaria Baldi* Il 26 aprile è stato  il giorno più atteso da adulti e ragazzi:  a Napoli è ripresa l'attività sportiva anche di contatto ma all'aperto. Un sospiro di sollievo per i tanti amanti del calcetto e dello sport amatoriale in generale, ma...

Adolescenti in ansia da rientro

Adolescenti in ansia da rientro

di Cinzia Rosaria Baldi * A scuola tra confusione e perplessità Attenzione a tutto campo in questi giorni sul rientro a scuola, a lungo desiderato dagli adolescenti ma alla fine risultato difficile. I ragazzi hanno trascorso troppi mesi chiusi in casa, hanno potuto...

Riapertura scuole in Campania, 40 nuovi bus in più a Napoli

Riapertura scuole in Campania, 40 nuovi bus in più a Napoli

Sono 40 i bus che Anm mette in campo da questa mattina per rispondere subito alle esigenze di trasporto degli studenti e dei docenti per la riapertura di tutte le scuole di Napoli. L'azienda mobilità aveva preparato per tempo il piano di rientro che scatta oggi con la...

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

Insigne, contratto ridotto! Addio?

Insigne, contratto ridotto! Addio?

Gioiello della Nazionale di Mancini, il capitano azzurro ridimensionato dall'offerta di De Laurentiis Vedendo numerose gare dei gironi di qualificazione ai mondiali catarioti del 2022, la prima domanda che mi sono posto è stata: in quali condizioni fisiche e mentali...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te