Il “Napoli” ai pazienti del Cotugno: “Grazie alla vostra redazione”

da | Apr 3, 2021 | Cronaca

La lettera del dott. Alberto Vito

Desidero ringraziare la Direzione e la Redazione del giornale gratuito Napoli per aver scelto di inviare 200 copie del giornale all’Ospedale Cotugno che l’Unità di Psicologia provvede a distribuire nei reparti di degenza. Si tratta di un piccolo ma concreto gesto che serve a rendere meno faticoso il periodo di ricovero ospedaliero. La moderna medicina si è affrancata da una concezione esclusivamente biologica del concetto di cura, a favore di un modello più integrato in cui rientrano a pieno diritto i bisogni psicologici, emotivi e familiari dei pazienti affetti da malattie organiche.

Con una sintesi, possiamo dire che “non curiamo più malattie, ma persone”, intendendo proprio che vi è la consapevolezza di quanto gli stati emotivi, le aspettative, il vissuto che accompagna l’esperienza di malattia possa influenzare in modo attivo il percorso di guarigione. In tale modello, acquistano centralità la comunicazione, la relazione operatore sanitario-paziente, il coinvolgimento del paziente e dei suoi familiari nel percorso di cura. Nello specifico, la psicologia ospedaliera, si occupa proprio di ridurre lo stress aggiuntivo che l’esperienza del ricovero, con la separazione dai ritmi quotidiana, la riduzione della privacy e l’allontanamento dai familiari, inevitabilmente provoca. Allo stress legato allo stato di malattia e alle proprie condizioni fisiche, si aggiunge un ulteriore quota di disagio. È evidente come le necessità infettivologiche legate ad evitare l’ulteriore diffusione del contagio, rendano l’attuale situazione dei ricoverati per Covid 19 ancora più pesante. Essi, infatti, non vedono in viso neanche gli operatori sanitari che entrano nelle loro stanze e sono vietate le visite dei familiari. A ciò si deve aggiungere l’inevitabile stress per le preoccupazioni per il proprio stato di salute e di quello dei propri cari, oltre che le possibili ripercussioni fisiche della malattia. Già da diversi anni, alcune Associazioni di volontariato, tra cui Compagni di Viaggio onlus, con il Progetto di “Bookcrossing in corsia”, e l’Associazione Koinè, si sono prodigate con progetti che prevedono la donazione di libri ai pazienti, proprio per rendere meno faticoso il periodo di ricovero.
La donazione del giornale gratuito Napoli si inscrive dunque all’interno di una tradizione di iniziative di psicologia ospedaliera volte ad umanizzare le strutture sanitarie. La lettura del vostro giornale può rappresentare un piccolo momento di svago, oltre che l’esempio di un’attenzione costante alla qualità del ricovero ospedaliero. Occuparsi di dettagli apparentemente secondari è ciò che differenzia le strutture sanitarie di eccellenza.


dott. Alberto Vito

 

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te