Il “Napoli” ai pazienti del Cotugno: “Grazie alla vostra redazione”

da | Apr 3, 2021 | Cronaca

La lettera del dott. Alberto Vito

Desidero ringraziare la Direzione e la Redazione del giornale gratuito Napoli per aver scelto di inviare 200 copie del giornale all’Ospedale Cotugno che l’Unità di Psicologia provvede a distribuire nei reparti di degenza. Si tratta di un piccolo ma concreto gesto che serve a rendere meno faticoso il periodo di ricovero ospedaliero. La moderna medicina si è affrancata da una concezione esclusivamente biologica del concetto di cura, a favore di un modello più integrato in cui rientrano a pieno diritto i bisogni psicologici, emotivi e familiari dei pazienti affetti da malattie organiche.

Con una sintesi, possiamo dire che “non curiamo più malattie, ma persone”, intendendo proprio che vi è la consapevolezza di quanto gli stati emotivi, le aspettative, il vissuto che accompagna l’esperienza di malattia possa influenzare in modo attivo il percorso di guarigione. In tale modello, acquistano centralità la comunicazione, la relazione operatore sanitario-paziente, il coinvolgimento del paziente e dei suoi familiari nel percorso di cura. Nello specifico, la psicologia ospedaliera, si occupa proprio di ridurre lo stress aggiuntivo che l’esperienza del ricovero, con la separazione dai ritmi quotidiana, la riduzione della privacy e l’allontanamento dai familiari, inevitabilmente provoca. Allo stress legato allo stato di malattia e alle proprie condizioni fisiche, si aggiunge un ulteriore quota di disagio. È evidente come le necessità infettivologiche legate ad evitare l’ulteriore diffusione del contagio, rendano l’attuale situazione dei ricoverati per Covid 19 ancora più pesante. Essi, infatti, non vedono in viso neanche gli operatori sanitari che entrano nelle loro stanze e sono vietate le visite dei familiari. A ciò si deve aggiungere l’inevitabile stress per le preoccupazioni per il proprio stato di salute e di quello dei propri cari, oltre che le possibili ripercussioni fisiche della malattia. Già da diversi anni, alcune Associazioni di volontariato, tra cui Compagni di Viaggio onlus, con il Progetto di “Bookcrossing in corsia”, e l’Associazione Koinè, si sono prodigate con progetti che prevedono la donazione di libri ai pazienti, proprio per rendere meno faticoso il periodo di ricovero.
La donazione del giornale gratuito Napoli si inscrive dunque all’interno di una tradizione di iniziative di psicologia ospedaliera volte ad umanizzare le strutture sanitarie. La lettura del vostro giornale può rappresentare un piccolo momento di svago, oltre che l’esempio di un’attenzione costante alla qualità del ricovero ospedaliero. Occuparsi di dettagli apparentemente secondari è ciò che differenzia le strutture sanitarie di eccellenza.


dott. Alberto Vito

 

Bagnoli, all’ex base Nato il villaggio di Babbo Natale

Bagnoli, all’ex base Nato il villaggio di Babbo Natale

Dall’8 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022 “Natale al Parco”. Il Parco San Laise (ex base Nato) di Bagnoli si veste di magia con i mercatini di Natale tra luci e decorazioni, con aree riservate all’intrattenimento. Tante le iniziative e gli eventi in programma, tutti...

Napoli, controlli green pass in città e provincia

Napoli, controlli green pass in città e provincia

Questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli di Napoli sono impegnati nei controlli volti alla verifica del rispetto delle recenti norme anti-contagio. In città i militari dell’Arma sono stati dislocati in diversi punti della città secondo il piano...

Vomero, picchiano i genitori per comprare la droga: arrestati

Vomero, picchiano i genitori per comprare la droga: arrestati

I Carabinieri della Compagnia Napoli Vomero hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 45enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I militari – allertati dalla centrale operativa – sono intervenuti in un appartamento nella zona di via Aniello falcone ed...

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Lo scorso 22 novembre in via Pigna un uomo con volto coperto da un casco era entrato in un supermercato e, simulando di essere armato, aveva minacciato la cassiera facendosi consegnare 750 euro per poi fuggire a bordo di un motoveicolo. Martedì scorso i Falchi della...

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

La Polizia Locale ha  intensificato le attività di controllo delle norme che regolano la “movida” cittadina accertando violazioni al Codice della Strada e al rispetto delle misure di prevenzione sanitarie. Dal Lungomare alle aree di Chiaia, dal Centro Storico  al...

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Un dono alla città di Napoli e al suo campione più amato: è così che il Comune di Napoli ricorderà oggi, giovedì 25 novembre alle ore 13.30 Diego Armando ad un anno dalla sua scomparsa. Nel piazzale antistante i varchi d'ingresso del settore Distinti dello stadio a...

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premiati i vincitori della terza edizione del Premio nazionale di poesia e fotografia Cesare Filangieri (intitolato al padre del famoso giurista del Settecento) promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e Sant’Antonio” con il patrocinio dei Comuni di Napoli e di...

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Dogane di Napoli hanno individuato, all’interno del porto, nel contesto delle attività congiunte di analisi di rischio in ambito doganale, oltre 1900 biciclette con componenti di un noto gruppo...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te