Già consegnati, in meno di una settimana, generi di prima necessità a 300 famiglie, alle quali, a breve, si aggiungeranno altri 200 nuclei. È possibile grazie a “Progetto Daniele per Napoli“, un’iniziativa solidale nata in seguito all’emergenza Covid-19 che, grazie al supporto di una rete di aziende partenopee, ha preparato pacchi contenenti provviste sufficienti al fabbisogno di 10/15 giorni consegnati direttamente a casa delle persone bisognose tramite corriere espresso.

Quando mi sono resa conto di quanto la situazione stesse diventando drammatica ho capito che bisognava attivarsi per offrire un aiuto reale, concreto e soprattutto in tempi brevi alle tantissime persone che si sono trovate d’improvviso in una situazione di bisogno – spiega Donatella Lanzuise, coordinatrice di Progetto Daniele per Napoli – Ho pensato di sfruttare i link personali e familiari per cercare donors disposti a contribuire non solo con i fondi, ma anche con il know-how e le risorse aziendali necessari alla realizzazione del progetto”.

La risposta del comparto imprenditoriale napoletano è stata straordinaria. Tutti hanno dato il loro contributo al di là delle più rosee aspettative: i siti e-commerce Prezzoforte.it e Farmacosmo.it hanno messo a disposizione i fondi per l’acquisto della prima tranche di generi alimentari, la piattaforma logistica G-LOG le risorse da dedicare al progetto. Poi a cascata sono arrivati gli aiuti di molte altre aziende, ognuna ha contribuito a vario titolo in questa importante operazione. La famiglia Maiello – proprietaria delle profumerie Idea Bellezza – ha donato prodotti per la cura e l’igiene della persona, il gruppo So Farma Morra Spa ha messo a disposizione preziosi generi di prima necessità per bambini come pannolini, omogeneizzati, integratori e latte, mentre Salvatore Gargiulo – CEO del gruppo alberghiero Dioniso’s Hotels – ha contribuito con una donazione per il rifornimento di generi alimentari. Poi il Cartolificio Campano ha regalato le scatole necessarie ad allestire il kit mentre BRT Corriere Espresso ha omaggiato le consegne che sono avvenute direttamente a casa delle persone in difficoltà.

In poco tempo abbiamo attivato un’efficiente catena di solidarietà, avviando collaborazioni con le parrocchie e le associazioni già impegnate in prima linea in quartieri difficili, come Coordinamento Territoriale Scampia. – conclude Donatella Lanzuise – Sarebbe bello ampliare la rete di donors e poter proseguire aiutando altre famiglie, perché la ripresa sarà lenta e difficile e dovremmo attivarci tutti affinché nessuno resti solo”.

Chiunque può contribuire con beni di prima necessità o con il proprio know-how. Per segnalare famiglie bisognose o per richiedere aiuto, è possibile inviare un messaggio privato alla Pagina Facebook https://www.facebook.com/progettodanielepernapoli/