Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli

Vietato pensare al Barcellona. Tutti concentrati sul Brescia, in questi giorni Gattuso, oltre a puntare sull’aspetto fisico ha parlato a lungo con i suoi giocatori. Non vuole più correre il rischio di cali di tensione, gli stessi che dopo le esaltanti vittorie su Lazio ed Inter hanno poi condotto il Napoli all’umiliante sconfitta casalinga contro il Lecce.
Dopo l’accusa pubblica d Rino Gattuso ad Allan, sembra ormai chiaro che in casa Napoli non s’intende fare sconti a nessuno. Con il nuovo allenatore gioca solo chi dà il massimo. Una sorta di patto interno tra Ringhio e i suoi ragazzi: Gattuso ha parlato alla squadra, ribadendo i suoi principi e chiedendo ai giocatori il massimo rispetto per il lavoro da svolgere. Intanto, ha incassato la fiducia dei giocatori che gli hanno giurato fedeltà e garantito il massimo dell’impegno per dare continuità agli ultimi risultati. Il momento è favorevole e le scelte vengono fatte solo ed esclusivamente tra coloro che garantiscono la migliore condizione.
Certo quello del tecnico non sarà un compito facile, soprattutto ora che quasi tutti son venuti fuori dall’infermeria e che si troverà a gestire un organico pieno, con tanti che si ritengono titolari e che invece dovranno bere all’amaro calice della panchina. Gli impegni su tre fronti lo agevolano, indubbiamente, perché con il turn over potrà sedare il malcontento. E turn over è previsto per domani. Demme e Callejon vanno certamente verso un turno di riposo. Bisognerà capire se al posto del tedesco, apparso affaticato nel secondo tempo di Cagliari-Napoli, Gattuso vorrà semplicemente rilanciare Allan e provare a far partire titolare Lobotka, finora apparso come una specie di oggetto misterioso. Certo sostituire Demme con Allan e lasciare invariato il centrocampo con Zileinski e Fabian sarebbe come rimettere in carreggiata il centrocampo sbilenco che tanti guai ha procurato ad Ancelotti. C’è da augurarsi che Gattuso ne tenga conto.
In difesa invece Gattuso non ha molte chanches. Con Hysaj ancora infortunato dovrà confermare Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra, sperando di poter recuperare l’albanese per la gara con Barcellona. In questo monento non ha ricambi sulkle fasce.
Intanto Koulibaly resta in dubbio per la trasferta di Brescia. Il difensore senegalese non si è ancora del tutto ripreso dall’infortunio muscolare patito nei minuti iniziali della gara con il Parma, a metà dicembre. È già tornato in campo, facendo male contro il Lecce, poi è stato escluso per problemi fisici a Cagliari. Per questo la sua presenza per domani sera al Rigamonti non è certa.
In attacco Mertens confermatissimo.