Ci pensa Ciruzzo, alla Sardegna Arena vincono gli azzurri

da | Feb 16, 2020 | Calcio Napoli

Il Napoli vince alla Sardegna Arena, un bel gol di Ciro Mertens regala il successo alla squadra partenopea.

Confermata la formazione che ha vinto contro l’Inter mercoledì a San Siro, fatta eccezione per Hysaj che torna titolare al posto di Mario Rui. Insigne nuovamente in panchina, il mister molto soddisfatto della prestazione di Elmas a Milano, decide di schierarlo titolare anche contro il Cagliari con Insigne (non al meglio) in panchina.

Match che inizia con un buon atteggiamento da parte degli azzurri, padroni del possesso palla con un ottimo fraseggio, iniziando sempre dalla difesa e, chiamando in causa spesse volte l’estremo difensore Ospina, gli azzurri riescono ad arrivare al limite dell’area cagliaritana, mancando però il passaggio decisivo per sbloccare il punteggio. Come nella gara di ritorno il Cagliari si difende e prova a sorprendere gli azzurri in ripartenza e in due occasioni, i padroni di casa si rendono pericolosi con Simeone e Pereiro che impensieriscono Ospina. Si arriva all’intervallo con un netto vantaggio nel possesso palla a favore degli azzurri.

Il secondo tempo inizia con un Napoli molto più convinto di sbloccare il risultato, al minuto 61 Gattuso fa entrare Insigne al posto di un ottimo Demme, Elmas arretra sulla linea dei centrocampisti mentre Ruiz va a ricoprire il ruolo del nuomero 4 appena sostituito. E sono esattamente 4 i minuti che passano dall’uscita di Demme al gol degli azzurri, ci pensa Ciro Dires Mertens che ha nel mirino il primato, ormai ad una sola lunghezza, di Hamsik nella classifica dei gol nella storia del Napoli, il belga porta palla, scambia con Hysaj e dalla parte alta dell’area di rigore alla destra di Cragno, con tiro a giro pesca il palo alla sinistra del portiere cagliaritano che non prova nemmeno a tuffarsi, gol bellissimo che sblocca il punteggio. Dopo il gol il Napoli si mette in versione match di San Siro di mercoledì, lascia l’iniziativa al Cagliari tenendosi pronto a ripartire per trovare il raddoppio. I padroni di casa hanno una reazione dopo i cambi di Maran, ma non riescono a trovare il pareggio, rischiando più volte di subire il colpo del KO. Non accade più nulla nemmeno nei 5 minuti di recupero concessi dal direttore di gara Doveri, gli azzurri gestiscono la palla e il tempo conquistando la vittoria.

Mister Gattuso nel poist gara tiene a freno l’entusiasmo, non si fida e vuole massima attenzione continuando a puntare i 40 punti per la salvezza. Il Napoli ritorna nella parte destra della classifica a 6 punti dalla Roma. Venerdì si affronterà il Brescia, squadra in difficoltà ma che può rappresentare una “partita trappola”, per scongiurare brutte sorprese, bisognera tenere alta la concentrazione.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te