Napoli, adesso infilza il Toro

da | Ott 16, 2021 | Calcio Napoli

Il match con i granata per continuare la serie positiva e magari allungare ancora sulle inseguitrici

A caccia dell’ottava meraviglia, il Napoli, nell’arena del Maradona cercherà di matare un Toro sempre difficile da battere. È ancora vivo il ricordo della partita della scorsa stagione quando Insigne, all’ultimo respiro di gara, riuscì ad infilare il pallone del pareggio a Sirigu, allora portiere dei granata. E domani la musica contro la squadra passata nelle mani di Ivan Juric, allenatore purtroppo a noi bene conosciuto per la partita finale di campionato contro l’Hellas Verona, non sarà molto diversa. Bisognerà attaccare con grande attenzione alle ripartenze granata. Juric, tecnico già nel mirino di Aurelio De Laurentiis, ha riportato garra e tenacia ad una squadra che nelle ultime stagioni ha sempre lottato per non retrocedere. Bisogna prenderlo con le molle questo Torino che ha giocatori interessantissimi, tutti in grado di svolgere al meglio i compiti tattici che l’allenatore ex Verona ha come mantra del suo calcio. Marcature individuali, come Gasperini, grande movimento, difesa serrata, soprattutto sulle linee di centrocampo e in pressione, e veloci capovolgimenti di fronte. Saranno molti gli assenti in maglia granata ma non per questo il Napoli potrà pensare ad una partita facile.

Spalletti, recuperati quasi tutti gli infortunati, ha a disposizione una nutrita varietà di scelte. Soprattutto a centrocampo, dove finora Anguissa e Fabian Ruiz hanno fatto gli straordinari, il tecnico di Certaldo potrà avere dei ricambi come Demme e Lobotka che torneranno tremendamente utili nel prossimo giro di sette partite in ventuno giorni. Napoli-Torino, dunque, diventa l’occasione non solo per allungare in classifica ma soprattutto un momento di verifica delle attuali condizioni di molti giocatori tornati dalle rispettive nazionali. Occhi puntati su Osimhen, autore con la sua Nigeria di un gol decisivo nelle qualificazioni mondiali. L’attaccante è diventato già obiettivo goloso di molte società soprattutto della Premier League ed il Newcastle passato agli arabi sta pensando ad una mega offerta per l’accoppiata Osimhen-Koulibaly. Spalletti, tuttavia, continua a mantenere i piedi ben saldi a terra, consapevole che il vento favorevole potrebbe improvvisamente cambiare se la squadra dovesse perdere quei riferimenti non solo tecnici che fin qui le hanno consentito di fare il pienone in campionato. Contro i granata, il tecnico di Certaldo punterà forte sui suoi legionari, a cominciare da Insigne, sempre più incerto sul suo futuro viste le possibili “sirene” americane. Una partita, insomma, da non considerare scontata visto il divario di classifica. E Spalletti perciò fa bene a tenere tutti in allerta per continuare un percorso che potrebbe regalare un sogno ad una città in attesa da oltre trent’anni.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te