Viaggi della speranza? Anche no!

da | Mar 27, 2021 | Salute

In tempo di pandemia, in Campania si riscoprono le eccellenze per la cura delle patologie cardiovascolari

Nel 2020 si è registrata una diminuzione dei viaggi della speranza verso le regioni del Nord per quel che riguarda gli interventi relativi all’apparato cardiovascolare. In alcune strutture c’è stato persino un aumento degli interventi di Tavi (sostituzione delle valvole aortiche attraverso un catetere). Tutto porta a pensare, quindi che i campani abbiano preferito non rimandare gli interventi e si siano rivolti alle strutture presenti sul territorio, riscoprendo anche le eccellenze sanitarie della regione.

Tra i numerosi effetti del Covid-19 c’è la drastica diminuzione dei viaggi della speranza verso le regioni del Nord in fatto di cure sanitarie. Secondo il Ministero della Salute, fino all’inizio dello scorso anno la Lombardia era tra le mete più ricercate dai pazienti campani con un costo per la Regione di 319 milioni di euro/anno. Tra le malattie soggette a migrazione sanitaria passiva infatti ci sono quelle dell’apparato cardiovascolare come la stenosi aortica degenerativa, una grave patologia di una valvola cardiaca per la cui terapia oggi si ricorre sempre più alla Tavi al posto del più invasivo e classico intervento di cardiochirurgia a cuore aperto. Da sondaggi effettuati nelle strutture ospedaliere sul territorio nazionale sull’attività svolta in questo particolare anno trascorso, emerge che, rispetto all’anno precedente in Campania, non solo la riduzione del numero di impianti Tavi è stata molto contenuta, ma alcuni ospedali hanno registrato addirittura un aumento degli interventi. È il caso del Presidio Ospedaliero di Pinetagrande a Castelvolturno che ha registrato un incremento del 20% proprio degli impianti Tavi.

“Molti pazienti abituati ad andare a curarsi al Nord in questo periodo, se da un lato non hanno potuto spostarsi, d’altro canto hanno deciso di non “aspettare tempi migliori” per curarsi” dichiara Il dott. Arturo Giordano, direttore del reparto di Interventistica Cardiovascolare del Presidio Ospedaliero Pineta Grande di Castelvolturno. “Decisione saggia – spiega Giordano – perché la stenosi aortica degenerativa se trascurata può portare anche al decesso: tra gli over 75 infatti la prevalenza della malattia è superiore al 3% e solo in Campania ne soffrono circa 4000 persone con mortalità annuale molto alta se non trattati . A giudicare dai nostri dati in questo difficile anno – aggiunge – si evince che i campani hanno ascoltato i suggerimenti dei propri cardiologi a farsi curare in tempo utile ed evidentemente hanno scelto di farlo qui in Campania dove abbiamo strutture che possono essere annoverate tra le eccellenze nazionali. In particolare – conclude Giordano – nel Centro di Cardiologia Interventistica del Presidio Ospedaliero Pineta Grande io e la mia équipe siamo molto impegnati già da anni nell’attività clinica e scientifica del trattamento mini invasivo delle patologie delle cardiopatie strutturali tanto da risultare tra i primi centri in Italia”.
In un certo senso, il Covid ha contribuito a far sì che i campani scoprissero l’altissimo livello delle strutture sanitarie nella loro regione. In questo modo si sono anche ridotti per ciascun paziente i tempi di attesa per le cure, senza calcolare la riduzione della enorme emorragia economica che la migrazione clinica determina. Secondo il Ministero della Salute, infatti, la fuga globale dal Sud fino a prima del Covid creava un giro d’affari di circa 4,3 mld di euro con Lombardia ed Emilia Romagna tra le regioni più “ambite”.
Viceversa, tra le regioni che presentavano un saldo negativo, ossia che spendevano più per le cure fuori regione dei loro cittadini rispetto a quanto incassavano per i cittadini provenienti da altre regioni, al primo posto c’era proprio la Campania seguita dalla Calabria con 280 milioni di euro e dal Lazio con 215 milioni di euro.

La paura del vaccino? È irrazionale

La paura del vaccino? È irrazionale

di Alberto Vito * La contrapposizione del pensiero tra chi valuta la profilassi come una salvezza e chi è perplesso Nel nostro Paese è iniziata la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per le persone “fragili”, affette da patologie importanti, e a...

Esposizione solare: una medicina naturale per adulti e bambini

Esposizione solare: una medicina naturale per adulti e bambini

L’esposizione al sole è fondamentale come medicina naturale sia per grandi che per piccini, ha davvero molti diversi benefici. Pensare solamente che già solo far entrare il sole nelle nostre case dalle finestre la mattina ha un forte potere rigenerante e tonico,...

Ospedale Monaldi, Impiantato il primo cuore bioartificiale totale

Ospedale Monaldi, Impiantato il primo cuore bioartificiale totale

Primo intervento in Europa da quando il dispositivo ha superato la fase di sperimentazione clinica È stato impiantato all’Ospedale Monaldi di Napoli, per la prima volta in Europa dopo la fase di sperimentazione clinica, il primo cuore bioartificiale totale Carmat...

Sperimentazioni al seno, il Pascale primo centro clinico al mondo

Sperimentazioni al seno, il Pascale primo centro clinico al mondo

Con oltre 50 protocolli attivi e centinaia di donne arruolate, Michelino de Laurentiis ha aperto nei giorni scorsi due nuovi studi. Unico, ad oggi, a livello internazionale l’Istituto dei tumori di Napoli sperimenterà farmaci innovativi nell’ambito di questi nuovi...

Domenica in bici: a Marano “la pedalata del cuore”

Domenica in bici: a Marano “la pedalata del cuore”

Domenica 27 giugno si terrà la seconda edizione dell’evento “La pedalata del cuore”. La manifestazione nasce con il chiaro intento di sensibilizzare le persone, incentivando l’attività fisica e promuovendo, nell’occasione, una passeggiata in bicicletta. “Se ascolto il...

Rischio violenza sui minori, al via corsi per pediatri

Rischio violenza sui minori, al via corsi per pediatri

Seri conflitti di coppia esacerbati dalla convivenza obbligata, distruzione della routine domestica, insicurezza economica per le famiglie ed ecco che la pandemia può vestire i panni dell’’orco’, costituendo un fardello pesantissimo per bambini e adolescenti. Diversi...

Mieloma multiplo, presto un nuovo farmaco al Cardarelli

Mieloma multiplo, presto un nuovo farmaco al Cardarelli

 I pazienti con mieloma multiplo sono tra i più fragili nei confronti del Covid-19. Non solo perché se contagiati hanno un maggior rischio di andare incontro a complicanze gravi, soprattutto polmoniti, ma anche perché devono spesso recarsi in ospedale per controlli e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te