Arzano e Caivano, controlli straordinari dei carabinieri: arresti e sequestri

da | Feb 21, 2021 | Cronaca

Controlli a tappeto nell’area Nord di Napoli per i carabinieri del comando provinciale.
I Carabinieri della Compagnia di Casoria, supportati dai militari delle Compagnie limitrofe hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio a largo raggio, incentrato nel rione “167” e sulle arterie principali dei comuni di Arzano e Caivano.
Durante il servizio sono state effettuate diverse perquisizioni domiciliari in vari punti delle città e posti di controllo rafforzati nelle aree a maggiore densità criminale del centro urbano.

Ad Arzano un 32enne è stato arrestato per il reato di spaccio in forza a un ordine di esecuzione di pena detentiva domiciliare emesso dal tribunale di Napoli Nord.
Un uomo, è stato denunciato per guida senza patente.
Durante il servizio sono stati controllati 82 veicoli e 117 persone sono state identificate. Sequestrati 11 veicoli sprovvisti di copertura assicurativa ed elevate 16 contravvenzioni al codice della strada per un ammontare complessivo di 11 mila e 500 euro, eseguite 3 perquisizioni e 14 controlli a persone sottoposte a provvedimenti e misure cautelari.

A Caivano i Carabinieri hanno setacciato le strade.
Arrestato per spaccio un 21enne del posto sorpreso nel cedere – all’interno del parco verde – una dose di crack a un cliente che è stato poi segnalato quale assuntore alla prefettura.
Diverse le perquisizioni. I carabinieri della compagnia di Casoria hanno rinvenuto e sequestrato 60 involucri di marijuana, 63 stecche di hashish, 40 dosi di cocaina, 51 involucri di crack e 79 di eroina.
Durante le operazioni sono state rinvenute e sequestrate anche 1 ricetrasmittente con caricabatterie, 3 chiavi per portoni in ferro (dove solitamente vengono nascoste droga e armi) e quasi 4mila euro ritenuti provento di spaccio

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te