Tempo di lettura: < 1 minuto

“È stata una decisione erronea e infondata. Dopo aver letto i motivi della penalizzazione, ho pensato che non fosse vero”: così Mattia Grassani, legale della Società Sportiva Calcio Napoli, ha commentato la sentenza arrivata la scorsa settimana dal Giudice Sportivo sulla partita non giocata Juventus-Napoli: “Abbiamo lavorato ad una sentenza che è sicuramente cambiabile. Se ci viene detto che solo dopo le 14:13 il Napoli avrebbe potuto organizzare la trasferta è evidente che ci sono problemi”.

Grassani poi aggiunge: “I calciatori non potevano lasciare la quarantena. Non si voleva mettere la testa sotto la sabbia, ma andare a giocare. Se alle 14:13 si ribadisce l’impossibilità di non poter partire allora il giudice Mastrandea non può parlare di volontà di non andare”.