Coronavirus, la speranza dal Tocilizumab: estubati 2 pazienti trattati con il farmaco a Napoli

22

Nuove dimostrazioni di efficacia e di speranza dal Tocilizumab, il farmaco anti-artrite per la cura del Covid-19, la cui sperimentazione ufficiale sui 330 nuovi pazienti in Italia è cominciata proprio questa mattina al Pascale. L’infettivologo del Cotugno di Napoli Vincenzo Motesarchio ha annunciato all’Ansa che due pazienti sottoposti al trattamento con il Tocilizumab sono stati estubati oggi. “Al primo paziente – spiega Motersarchio – era stato somministrato il farmaco il 7 marzo, al secondo il 10 marzo. Erano entrambi erano in condizioni molto gravi, in rianimazione, intubati con una polmonite a evoluzione pessima e in prognosi riservata”.

I due casi estubati oggi hanno rispettivamente 63 e 48 anni, ed erano tra i primi su cui era iniziato il trattamento. Si trovano attualmente in ventilazione assistita ma da qui a un paio di giorni, se manterranno il livello di respirazione attuale, potranno essere trasferiti in reparto. I pazienti attualmente trattati al Cotugno con il Tocilizumab sono altri 18.