Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

da | Mar 27, 2021 | Cultura&Spettacolo

’A Giunta vo’ affidà ê private ’o vverde d’ ’a Villa Cummunale

Doppo paricchio tiempo, ’ncopp’ê giurnale napulitane se parlaancora d’ ’aVilla Cummunale. L’urdema volta fuje quanno ’o presidente De Luca facette chiudere parche e cciardine, comme si spannere ’o virusse fosse cchiù ffacele a ll’aria aperta e ’mmiez’ô vverde ca int’a nnu supermercato. ’E giurnale êvano dato pure ’a nutizzia ca, stesso dint’ ’a Villa, ’a vecchia e assaje sgarrupata ‘Casina del Boschetto’ (tanno ausata comme ‘Circulo d’ ’a Stampa’), d’ ’o 2015 è ppassata d’ ’o Cummune a ll’Acquario ‘Anton Dhorn’, p’ ’a fa’ addiventà nu Museo ’e Biologia Marina. Ma pe pparlà n’ata vota d’ ’a Villa Communale – semp’ ’e cchiù abbandunata, sternata e mmale arredutta, pure pe vvia d’ ’o cantiere d’’a metropolitana – c’è vvuluta n’ata penzata gloriosa ’e ll’Amministrazzione Cummunale. ’A Giunta, ’nfatte, decidette d’affidà pe ttre anne ’a manutenzione ordenaria ’e ’stu ciardino pubbreco, storeco e mmunumentale ê ccure ’e n’assuciazzione privata. Na decisione c’ha ppruvucato reazzione cuntrarie ’e ambientaliste, cumitate cetatìne e ppartite puliteche.
Comm’è ppussibbele – s’addimano tuttequante – ca nu bene culturale, artisteco e ambientale ’e chella ’mpurtanza, una d’ ’e mmaraveglie ’e ’sta Cità, è affidato a nn’assuciazzione comme si fosse nu ciardiniello qualunque? E ppo’: quanto ce putimmo fidà overamente d’ ’a sciampagneria disinteressata ’e ’sti bbeneffatture private? È comme si chi sta amministranno stentatamente Napule nosta stesse quase penzanno ’e svennere, a nnu piezzo â vota, ’o patremmonio ’e ’sta Cità. Na liquidazzione ’e fine staggione, pe ffà (o ccomunque pe sparambià) denare, accussì accuncianno ’e cunte che nu’ ttornano. Però tuttequante ’e Napulitane sanno buono e apprezzano assaje chillu ciardino antico, addò passajeno generazziune sane ’e guagliuncielle c’ ’o pallone e ’a bicicletta, migliara ’e ’nnammuratielle, caterbie ’e penziunate e nu cuofeno d’ata gente che ccercavano nu poco d’aria fresca e ppulita int’a chillu paravisiello d’arbere, arbuscielle, statue, chiantulelle addirose, funtane ’e marmulo e pprate chine ’e ciure culurate. Nu bene pubbreco, ’e tuttequante, e ppe cchesto ca ’st’operazzione streveza nunn’è piaciuta quase a nnisciuno.

Ê tiempe antiche ’a chiammajeno “delizzia d’ ’o Rre“, pecché fuje Carlo ’e Burbone che vvulette ’stu ciardino maravegliuso, cu nna superficie ’e 110.000 metre quatre, justo faccefronte ll’arenile cchiù bello d’ ’o munno, che ttanno arrivava addò mo ce sta sulo nu ‘lungomare’. Erano ll’anne ’80 d’ ’o XVIII seculo quanno ’o figlio, Ferdinando I, purtaje a ccumpimento ’stu pruggetto grannezzuso, grazzie a ll’architetto Carlo Vanvitelli, addò ’nce steva sulo ’a vecchia strata fravecata ô 1697 pe vvuluntà d’ ’o Viceré Medinacoeli, cu pparicchie arbere e 13 funtane. Dopp’ancora, ’stu ciardino fuje ristrutturato ’a Giuseppe Bonaparte e ppo’ ’a Ferdinando II ’e Burbone, che ’ncaricaje a Stefano Gasse ’e fa’ cchiù llongo ancora chillu ‘passeggio riale’, purtannolo addò mo sta Piazza d’ ’a Repubbleca e arrecchennolo cu nnu ‘boschetto’ e nnove specie d’arbere, curate d’ ’o tedescoFriedrich Dehnhardt, ispettore d’ ’o ‘Riale Orto Botaneco’. Ma sulo ô 1870 chillu sbrennente ciardino, addò tanno passiavano e ccravaccavano sulo gente nobbele (meno c’ ’a Nnatale e Ppiererotta), fuje finalmente apierto ô populo napulitano comme ‘Villa Cummunale’.
So’ ppassate 150 anne ’a quanno chella nobbele ‘passiata riale’ addiventaje patremmonio munecipale e bbene pubbleco. Ma nun ce scurdammo c’ ’a Villa Cummunale napulitana rummane nu ciardino storeco e mmunumentale, addò nun ce stanno sulo arbere prezziuse, ma pure 9 funtane artisteche, 1 obbelisco, 3 statue e 15 buste ’e marmulo, 2 tempiette neoclassiche, ’a ‘Casina Pumpeiana’, ’a Cassa Armoneca ’e Enrico Alvino, ’a Stazzione Zoologgeca ‘A. Dhorn’ e ppure ’a ‘Casina d’ ’o Boschetto’… ’Nzomma, nun stammo parlanno ’e nu prato cunduminiale o ’e nu ciardeniello d’ ’o paese, che po’ essere ‘affidato’ êccure ‘vuluntarie’ ‘e n’associazzione. È pe cchesto ca, pe mmettere na pezza a ll’incuria soja, chi guverna ’o Cummune ’e Napule nun se po’ arrisecà a ccausà nu pertuso ancora cchiù gruosso, facenno trasì gente private int’â ggestione d’ ’a Villa d’ ’e Napulitane.
Accussì Eduardo De Filippo arricurdava ’nvierze chillu paradisiello verde:
«Ma ce sta sempe ’a Villa Comunale / ch’ ‘e cugliàndere nterra sparpagliate? / […] Chella funtan’ ‘e fierro mmiez’ ‘o ffrisco /cu tre cannielle, e cu tre vaschetelle… / addò ferneva, fatto a barchetelle, / ’o libro ‘e scola… mèna ancora, o no? […] Nu juorn’ ‘e chisto, quanno è maletiempo, /ca so’ sicuro ’e nun truvà a nisciuno, / me ne vac’ ’int’ ’a Villa. E a uno a uno / veco ll’àlbere… […] E me voglio allungà fin’ ‘a funtana, / pè bèvere a canniello, guliuso…».
Sperammo ca quanno Eduardo decidarrà ’e scennere d’ ’o Paraviso pe tturnà a vvisità ’a Villa Cummunale, truvarrà ancora frisco, verde e ffuntane comm’a ttanno, e nno quacche ‘installazzione’ pubblecitaria o nnu distribbutore…d’acqua minerale…!

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto),...

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

“Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?”: in distribuzione il prezioso e quanto mai attuale e utile volume instant-book di Academ editore, con le risposte alle tante e complesse domande sull’emergenza sanitaria in corso e le gravi implicazioni...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te