Evasione fiscale in Italia: al Nord quasi la metà del totale. E tra le regioni la Lombardia è al primo posto

da | Mag 21, 2020 | Primo piano

L’emergenza dovuta alla pandemia del Coronavirus ci ha insegnato, in queste settimane, che non tutto è come sembra o meglio come vogliono farlo sembrare. E’ venuto fuori, infatti, che la tanto decantata eccellenza della sanità lombarda non era poi questa vera eccellenza visto come è stata gestita la situazione con carenze di tutti i tipo, sprechi di denaro pubblico, gravi errori di valutazione e indagini aperte dalla magistratura. Allo stesso tempo, è emerso che la sanità della Campania, così tanto bollata come di serie B, tutto sommato non è di serie B, anzi ha gestito la situazione in modo perfetto, complice la linea dura del timoniere De Luca e l’osservanza delle regole anti contagio da parte dei cittadini campani. Insomma si è ribaltata la situazione.

E allora vale la pena ricordarsi che non solo sul campo della sanità esistono tanti pregiudizi verso il Sud e tante bolle di sapone sul Nord, idee e tesi campate in aria che vengono spesso diffuse ad arte in tv o sui giornali in mano ai gruppi imprenditoriali del Nord al solo scopo di denigrare il Sud per dirottare i soldi al Nord. Per esempio, dati alla mano, la città in cui si commettono più reati è Milano eppure si discute in tv e si aprono dibattiti infiniti solo quando accade qualcosa a Napoli. Allo stesso modo se le eccellenze sono al Nord, i soldi andranno al Nord. Se si inizia a dire che le eccellenze sono al Sud, allora si complica il loro piano.

Un piano che prevede, come dicevamo, anche altre menzogne sulla situazione del Paese italico e che negli anni ha sempre mirato ad identificare gli uomini del Sud Italia come quelli che non hanno voglia di lavorare e che non pagano le tasse. Ecco, prendiamo questo ultimo aspetto. Premesso che l’evasione fiscale è un male da combattere sempre e dovunque, va detto che i vari compagni di merenda della Lega (Nord) continuano a raccontare la favola secondo cui il Sud è la zavorra del Paese anche in merito alle tasse non pagate nonostante i dati indichino esattamente il contrario.

Ed infatti verso la fine del 2019 sono stati diffusi i dati sull’evasione fiscale che hanno indicato che il Nord evade più del Sud. Su 113,302 miliardi di evasione nazionale, nel Nord si evadono 53,130 miliardi, pari al 46,89% del totale, nel Centro si evadono 25,124 miliardi, pari al 22,17% del totale, nel Sud si evadono 35,048 miliardi, pari al 30,93% del totale.

In quanto alla ripartizione territoriale, la regione che evade di più in Italia è la Lombardia, con 19,331 miliardi, la segue il Lazio, con 12,246 miliardi. Al terzo posto si classifica la Campania, con 10,084 miliardi, seguita dal Veneto, con 9,096 miliardi, e dall’Emilia Romagna, con 9,092 miliardi. La Sicilia è sesta, con 8,098 miliardi, affiancata dalla Toscana, con 8,056 miliardi. La Sicilia evade per il 7,1% del totale, mentre la Lombardia evade per il 17,061% del totale, cioè quasi il triplo.

Se si considerano i dati del 2018, invece, la Lombardia risultava sempre la regione al primo posto per evasione fiscale, ma al secondo posto c’era l’Emilia Romagna e al terzo il Piemonte.

Quindi, ricapitolando, al Nord Italia si verifica quasi la metà di tutta l’evasione fiscale italiana. E nella classifica delle regioni che non pagano tasse al primo posto c’è la Lombardia. Considerando che alle regioni del Nord, come stabilito dal rapporto Eurispes https://www.quotidianonapoli.it/2020/05/16/i-soldi-tolti-al-sud/, vengono destinati tutti i soldi che non arrivano al Sud, facciamoci due conti e vediamo il da farsi.

Insigne, contratto ridotto! Addio?

Insigne, contratto ridotto! Addio?

Gioiello della Nazionale di Mancini, il capitano azzurro ridimensionato dall'offerta di De Laurentiis Vedendo numerose gare dei gironi di qualificazione ai mondiali catarioti del 2022, la prima domanda che mi sono posto è stata: in quali condizioni fisiche e mentali...

Zona rossa? Si fa per dire

Zona rossa? Si fa per dire

A Napoli pochi controlli, ha ragione De Luca a protestare. I più giovani appaiono poco consapevoli Certo lo sceriffo De Luca non ha più lo smalto della prima ondata, quando con lo spauracchio del lanciafiamme conquistò la ribalta mediatica nazionale e impose un ferreo...

I “no Vax”? Sempre di più

I “no Vax”? Sempre di più

di Cinzia Rosaria Baldi * La colpa è delle emozioni e della percezione del rischio dovuto alla profilassi La Campania lancia il passaporto vaccinale Covid-19, un segnale per trasmettere la speranza di tornare a circolare liberamente in tranquillità, ma all’iniziativa...

La scoperta del Ceinge sul Covid-19

La scoperta del Ceinge sul Covid-19

I ricercatori del Ceinge-Biotecnologie avanzate di Napoli hanno analizzato i dati genetici di oltre 1 milione e 7mila campioni di cittadini europei sani e pazienti positivi ricoverati in ospedale. È noto che i fattori di rischio per la malattia da Sars-CoV-2 sono...

Riapriamo le nostre botteghe

Riapriamo le nostre botteghe

di Gianni Lepre L'esempio di Leonardo: dalla fiction su Rai Uno la strada da seguire per fronteggiare la crisi Il Leonardo televisivo proposto in prima serata da Rai Uno ha, tra i tanti altri meriti, ricordato a milioni di spettatori la figura di un artista grande,...

In Villa spunta il Museo del mare

In Villa spunta il Museo del mare

L’ex Circolo della Stampa “rinasce” dopo 22 anni dall’abbandono. Il fabbricato fu progettato da Canino La clamorosa notizia della “cessione” della villa comunale da parte di Palazzo San Giacomo all’Istituto Anton Dohrn (Il Mattino 21/3/21) - che avrà il compito di...

Ansaldo e il mitico re degli scoop

Ansaldo e il mitico re degli scoop

Quando il direttore del Mattino chiese a Salvatore Maffei di tradurgli le parole di Truman Quando Giovanni Ansaldo arrivò al “Mattino” si capì subito che in pochi sarebbero stati ammessi alla sua corte. Il direttore ligure seguiva le vie gerarchiche (vicedirettore,...

La Regione diventa “anziana”

La Regione diventa “anziana”

L’anniversario dei 50 anni di vita in una mostra fotografica curata con l’archivio dell’Ansa La Regione Campania sta diventando ormai “anziana”, come testimonia, in occasione dei 50 anni di vita, un libro fotografico edito dall’Ansa. Quando nacque, appunto mezzo...

Piazza Dante e gli umori della città

Piazza Dante e gli umori della città

Luogo di incontri, commerci, feste e proteste. Gli imprenditori storici, presidi di civiltà Napoli città teatro,  e piazza Dante ne è uno dei più vivaci palcoscenici, “contenitore” che accoglie e rappresenta  fatti e misfatti di una intera comunità. La lucida sintesi...

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

In vigore da oggi il nuovo decreto di gennaio: spostamenti fra regioni vietati. Norme su palestre, musei, bar, visite in due, seconde case Entra in vigore oggi 16 gennaio 2021 il nuovo Dpcm che regola le norme anti-contagio per fronteggiare il Covid-19. Gli impianti...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te