Smentiti i soloni del Nord: i fatti stanno premiando le cure di Ascierto e Tarro

da | Mag 14, 2020 | Primo piano

La parata di super virologi ed epidemiologi, spacciati tutti per luminari, è stata impressionante in questi mesi scanditi dall’epidemia. Sono comparsi in tv a tutte le ore, spesso contraddicendosi e creando solo confusione, com’è accaduto, per esempio, sull’indicazioni per l’uso delle mascherine. Qualcuno di questi papaveri dichiarava e per la verità ne è ancora convinto che le dovessero indossare solo gli infetti, per evitare di spruzzare le famose goccioline addosso ai sani. Ma era chiaro anche a un bambino delle elementari che non potendo sapere chi fossero gli infetti, data la presenza sicura degli asintomatici, l’unica soluzione logica e possibile era che tutti indossassero le mascherine. Vai a farglielo capire. Insomma questi super campioni hanno impazzato ed è capitato pure che quando il proscenio è stato dato a due illustri scienziati napoletani, hanno cominciato persino a dileggiarli. Una delle vittime di questa arroganza “nordista” è stato il dottor Paolo Ascierto, responsabile di aver applicato per primo in Italia, seguito a ruota da vari colleghi veneti, la cura con un farmaco normalmente utilizzato per l’artrite reumatoide. Si trattava di una sperimentazione, mutuata dalla Cina e che a Napoli aveva dato buoni risultati. Apriti Cielo. Uno di questi soloni in tv un sera cercò in tutti i modi di  minimizzare, aggredendo Ascierto che fu preso tanto alla sprovvista da non trovare nemmeno il tempo di replicare con altrettanta tracotanza.

Ebbene ora i fatti sembrano proprio dare ragione ad Ascierto, ed anche a Giulio Tarro, un altro napoletano preso di mira dalla casta lombarda.

Secondo l’Aifa (l’Associazione italiana per il farmaco) sono infatti risultati “incoraggianti anche se non definitivi”, quelli sul Tocilizumab, il farmaco utilizzato solitamente per trattare l’artrite reumatoide. Lo studio suggerisce che possa ridurre “significativamente” la mortalità a un mese, ma che il suo impatto sia meno rilevante sulla mortalità precoce. Promosso dall’Istituto Nazionale Tumori di Napoli, “in condizioni di emergenza, con elevate aspettative e assenza di trattamenti efficaci”, spiega l’Aifa è stato il primo approvato da Aifa nel corso della emergenza Covid19. I risultati appunto riguardano lo studio guidato da Paolo Ascierto, Direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’ospedale “Pascale” di Napoli.

Abbiamo detto di Giulio Tarro. Sin da subito disse che il virus sarebbe diventato più debole con la buona stagione, predisse che quest’estate avremmo potuto fare i bagni al mare e soprattutto invitò ad utilizzare una tecnica antichissima e semplice, quella di curare i malati di coronavirus con il sangue prelevato dai guariti. Anche lui fu sbeffeggiato, anche lui sta ottenendo, dai fatti, clamorosi riconoscimenti. Il virus si è indebolito, a mare pare proprio che possiamo andarci (seppur con i distanziamenti d’obbligo) e soprattutto le cure con il plasma dei guariti hanno dato risultati eccezionali a Pavia e Mantova, dove la sperimentazione è stata eseguita. Il che, tradotto in pratica, vuol significare che quando la scienza produce professionisti validi non ha confini, e che anche al Sud possiamo dare la paga ai superbi professoroni nordisti.

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Spentosi l’entusiasmo per la schiacciante vittoria di Gaetano Manfredi, neo sindaco di Napoli, appare opportuna, per non dire obbligatoria, una riflessione più serena sull’esito della competizione elettorale. Sine ira ac studio, avrebbe detto Tacito. Quindi più...

Allarme Covid nelle scuole

Allarme Covid nelle scuole

In una settimana 47 contagi negli istituti superiori Quattro morti e 348 positivi: sono i dati dell’ultimo giorno (venerdì 24 settembre) di rilevazione dell’andamento dell’emergenza Covid-19 in Campania. Dati che indicano che l’indice di contagio resta stabile al...

Il voto? Ecco come andrà a finire

Il voto? Ecco come andrà a finire

Il candidato Manfredi è favorito nella corsa alla poltrona di sindaco… grazie al reddito di cittadinanza A Napoli, com’è noto, si vota il prossimo 3 ottobre per scegliere il nuovo sindaco, che governerà la città dopo dieci anni di disastrosa gestione di de Magistris....

Sport e salute col progetto Nalab

Sport e salute col progetto Nalab

A piazza Municipio quattro giorni di iniziative promosse dall’Ortopedia Meridionale Salvio Zungri Promuovere l’attività sportiva gratuita rivolta alla popolazione locale e valorizzare lo sport, incrementandone la funzione sociale, educativa ed etica, anche innalzando...

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, promossa dal Ministero della Salute, che quest’anno è dedicata alle cure materne e neonatali sicure con il claim “Agisci adesso per un parto sicuro e rispettoso”, Venerdì 17...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Le t-shirt firmate Gomorra vanno a ruba sul web

Le t-shirt firmate Gomorra vanno a ruba sul web

Albert Bandura, recentemente scomparso, ammoniva sugli effetti modellanti della tv  di Cinzia Rosaria Baldi * L’ultima moda è indossare le magliette  ispirate ai personaggi di Gomorra, la celebre serie tv ideata da Roberto Saviano.  Vanno a ruba sul web felpe e...

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

La chiusura della prima fase di preparazione al campionato suggerisce una prima serie di considerazioni e di rilievi. La parentesi di Dimaro ha confermato quanto già si sapeva sul carattere forte e carismatico del nuovo allenatore. È il suo grande pregio, unito alla...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te