Coronavirus, Oms: “No all’assunzione di ibuprofene se si sospetta infezione”

36

Se si ha il sospetto di essere stati contagiati dal Coronavirus l’assunzione di farmaci antifiammatori a base di ibuprofene (per intenderci, Nurofen, Cibalgina, Moment e Antalgil fra i più noti) è fortemente sconsigliata in assenza di adeguato consulto medico.

A dirlo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). “Raccomandiamo il paracetamolo, non l’ibuprofene, per l’automedicazione”, ha detto Christian Lindmeier portavoce dell’Oms nel corso di una conferenza stampa a Ginevra, specificando che non ci sono studi recenti che collegano direttamente il farmaco antinfiammatorio con un aumento dei tassi di mortalità, ma spiegando che gli esperti sono al lavoro per far luce sulla questione.

Su un recente articolo apparso sulla rivista scientifica The Lancet, infatti, era stata avanzata l’ipotesi che alcuni farmaci, incluso l’ibuprofene, possano rappresentare un rischio per i pazienti con Covid-19 che soffrono anche di ipertensione o diabete.

Già nei giorni scorsi Olivier Véran aveva diffuso la raccomandazione attraverso un tweet sul suo profilo social