Home Calcio Napoli Napoli – Roma: vittoria sofferta ma bellissima, la capolista vola in classifica

Napoli – Roma: vittoria sofferta ma bellissima, la capolista vola in classifica

Napoli – Roma: vittoria sofferta ma bellissima, la capolista vola in classifica, la decide Simeone con un bellissimo gol a 4 minuti dalla fine.

Sfida importante tra Napoli e Roma – Dai risultati della prima giornata del girone di ritorno, emergono risultati che permetto agli azzurri di incrementare il vantaggio sulle inseguitrici in caso di vittoria. Spalletti schiera i segunti 11: Maret; Di Lorenzo, Kim, Rrahmani, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Kvaratskhelia, Lozano, Osimhen.

Clima infuocato al Maradona, stadio che ha fatto registrare il sold out in settimana, si presenta alla partita carico e ricco di energia, infatti i decibel si registrano altissimi già prima del fischio d’inizio. Partita bella e combattuta, i primi 45 minuti racchiudono quello che è il momento delle due squadre, da una parte il Napoli capolista indiscussa che con il suo giro palla stancante, disorienta gli avversari sfiorando per primo il vantaggio con Kvaratskhelia, il vantaggio è un capolavoro di Osimhen, stupendo gesto tecnico del nigeriano che un un cross perfetto, proveniente dal georgiano, stoppa di petto, controlla di coscia e scaraventa un destro terrificante sotto la traversa. Dall’altra parte la Roma che, di certo non è venuta a Napoli a difendersi, come ci si poteva aspettare e che sfiora il vantaggio su un colpo di testa di Kim, il coreano non sente l’arrivo in presa alta di Meret e con un retropassaggio blocca il fiato dei 55mila accorsi allo stadio, la sfera colpisce il palo e finisce fuori. Il match arriva all’intervallo con gli azzurri in vantaggio, si entra negli spogliatoi con le panchine che si beccano un pò.

Nella ripresa la Roma deve provare a recuperare lo svantaggio, fin dai primi minuti si vede un altro piglio da parte dei giallo rossi di Mourinho, ma nonostante questo, ad andare più vicino al gol è il Napoli, prima Kvaratskhelia e poi Lozano, mancano clamorosamente il colpo del KO. Un grosso errore lasciare la partita sull’1 a 0, infatti, al minuto 75 il neoentrato El Shaarawy trova il gol del pareggio che era nell’aria. Gli azzurri non si scompongono e, di fronte ad un pubblico che prova a riaccendere la fiamma per trovare il gol vittoria, giro palla, tanta pazienza e un Cholito in più, l’argentino che in questo stadio sente un legame particolare, trova il gol vittoria a 4 minuti dalla fine con un sinistro che batte per la seconda volta Rui Patricio.

Vittoria sofferta ma bellissima, di una squadra forte che non si scompone davanti alle difficoltà, squadra matura e pronta a contendersi fino all’ultimo respiro i 3 punti, contro una Roma che ha fatto vedere di essere in un gran momento, ma che contro la capolista, ha dovuto solo abbassare la testa ed applaudire all’avversario.

Previous articleSalernitana-Napoli: gli azzurri sbancano l’Arechi, chiudendo il girone di andata a quota 50
Next articleUcraina: molti no a Zelensky. E Xi andrà da Putin