Vince l’Argentina: a Napoli si festeggia con fuochi d’artificio e brindisi

napoles festeggia argentina

Fuochi d’artificio a Napoli al triplice fischio finale della partita tra Argentina e Francia che ha permesso a Messi e company di vincere la coppa del mondo. Una vittoria che agli argentini mancava dal 1986 quando fu Diego Armando Maradona, idolo indiscusso di Napoli e dell’Argentina, a portare al trionfo i biancoazzurri. Proprio il legame con Maradona ha spinto i napoletani a tifare Argentina nel mondiale del Qatar 2022 così come avvenuto anche in precedenza, da Italia 90 ai mondiali seguenti.

In tantissimi a Napoli, dopo la vittoria dell’Argentina di Messi, si sono catapultati in strada per stappare una bottiglia di champagne e sparare fuochi d’artificio o ballare e cantare in strada, proprio come se avesse vinto il Napoli uno scudetto. Il legame tra Napoli e l’Argentina ha radici lunghe e non dipende solo dall’arrivo sotto il Vesuvio di Diego Armando Maradona. Si dice, infatti, che il tango argentino sia stato inventato da migranti napoletani che l’hanno portato a Buenos Aires e quindi altro non è che una canzone napoletana (su questo ci sono studi e documentazioni) ma al di là di questo sono tantissimi i napoletani che si sono trasferiti in Argentina nello scorso secolo. D’altronde tantissime famiglie argentine derivano da italiani trapiantati in Argentina, non a caso anche Maradona e Messi si dice che abbiano origini italiane.

Ma, a dire il vero, gli argentini dicono sempre che i napoletani sono molto simili a loro e non a caso i giocatori argentini che vestono la maglia del Napoli dicono sempre di “sentirsi come a casa”. E non stupisce quindi, che a Napoli, nei minuti successivi alla vittoria dell’Argentina di Messi si siano sentiti i fuochi d’artificio sul bellissimo panorama partenopeo.