Mettere radici per il futuro. Tra le varie iniziative in occasione della Giornata nazionale degli Alberi,  lunedì prossimo per la prima volta “Festa dell’Albero” anche in Floridiana, organizzata dalla Direzione regionale Musei Campania (guidata da Marta Ragozzino) in collaborazione con il Comitato Gazebo Verde (Maria Teresa Ercolanese) con l’Associazione GEA (Roberto Braibanti) e con il Comitato Civico Vomero (Mario Fontana). Un’occasione per sensibilizzare soprattutto i giovani alla tutela e cura del Verde, favorendo lo sviluppo di una sana  coscienza ecologica in chi si troverà ad affrontare emergenze sempre nuove e su scala globale. Forte l’adesione delle scuole. Una iniziativa che gode del patrocinio della Regione Campania, della Città metropolitana di Napoli, del Comune e della V Municipalità Vomero-Arenella.

La ricorrenza del 21 novembre fu istituita in Italia nel 2013 al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani.

La manifestazione di lunedì prossimo in collina sarà articolata in due momenti, la mattina nel parco della Villa Floridiana e il pomeriggio nel Museo Duca di Martina (che come noto ha sede all’interno del parco) e coinvolgerà attivamente studenti e cittadini in un percorso reale di consapevolezza ecologica e di conoscenza del parco storico  vomerese.

Il programma della giornata prevede – dalle 10 alle 13 nel parco della Villa Floridiana – una rappresentazione artistica formativa per gli studenti delle scuole medie e superiori finalizzata alla conoscenza del ruolo e delle caratteristiche di alcune alberature selezionate (a cura di Agenzia Zebby Animation), una simulazione di intervento di potatura (ad opera di Tree Climbers professionisti, Rami s.r.l.s) e una simulazione di trattamento endoterapico per la cura di essenze arboree (a cura dell’agronoma Claudia Loffredo). Infine, l’angolo del libro a tema ambientale (a cura di Fondazione Guida alla Cultura).

Nel pomeriggio – alle 14,30 – il programma della giornata proseguirà nel vestibolo del Museo Duca di Martina, dove si svolgerà un incontro con esperti e rappresentanti delle Istituzioni sul tema “Il ruolo ecosistemico degli alberi nelle aree urbane e nello specifico del patrimonio arboreo della città di Napoli”.

Dopo i saluti della direttrice regionale Musei Campania, Marta Ragozzino, di Enza Amato, presidente del Consiglio comunale, e di Clementina Cozzolino, presidente V Municipalità, interverranno Nicola Caputo, assessore all’Agricoltura e Foreste della Regione Campania; Vincenzo Santagada, assessore al Verde e Salute del Comune di Napoli; Antonio Di Gennaro, agronomo territorialista; Massimo Fagnano, agronomo dell’Università Federico II; Marcello Giannotti, ornitologo e naturalista; Maria Luisa Margiotta, architetto storico dei giardini e del paesaggio; Fiorella Saggese, presidente della Commissione Salute e Verde del Comune di Napoli; e Vincenzo Topa, agronomo. Modererà l’incontro Roberto Braibanti, presidente della GEA sts  (per le attività nel Museo, raccomandato l’uso delle mascherine). “Chi pianta un albero, pianta una speranza”.