“Tanto tuonò che piovve – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione del Vomero, che da anni con filmati e fotografie documenta la situazione drammatica delle alberature stradali del quartiere partenopeo, costituite per lo più filari di platani ultracentenari, che, a causa di diverse patologie, non curate, tra le quali il “cancro colorato” una malattia causata dal fungo ascomicete Ceratocystis fimbriata, e degli attacchi annuali della Corythucha ciliata, un tingide più conosciuto come “cimice del platano”, sono caduti o sono stati abbattuti, lasciando decine di fossette vuote o con la sola ceppaia – ! Finalmente stamattina in via Luca Giordano sono iniziate le operazioni per la messa a dimora delle nuove alberature, dopo che nei giorni scorsi erano state rimosse le ceppaie per la preparazione delle fossette”.

“In verità le operazioni procedono molto a rilento – sottolinea Capodanno -. Al momento saranno solo una quindicina le alberature da ripiantumare nei soli tratti pedonalizzati di via Luca Giordano, poi, nei prossimi giorni, le operazioni dovrebbero proseguire nel tratto pedonalizzato di via Scarlatti, dove di una delle fossette non è stata neppure ancora rimossa la ceppaia. Inoltre bisognerà sistemare le protezioni in ferro nelle fossette ed effettuare i lavori di ripristino dei tratti di pavimentazione danneggiati dall’escavatore utilizzato per l’estrazione delle ceppaie. Tempi lunghi in un quartiere che, in questi giorni, anche a causa dei concomitanti lavori in piazza degli Artisti, che stanno arrecando notevoli problemi alla viabilità, appare come un cantiere a cielo aperto. Comunque le piantumazioni in atto rappresentano ben poca cosa rispetto ad alcune centinaia di fossette che, nell’ambito della municipalità collinare, che comprende i territori del Vomero e dell’Arenella, sono prive delle alberature, molte delle quali cementate o ancora con ceppaie”.

“Per esemplificare – puntualizza Capodanno – solo lungo i marciapiedi di via Tino di Camaino sono una decina le fossette vuote ancora da predisporre per la ripiantumazione. Altrettante se ne trovano lungo i marciapiedi di via Cimarosa. Insomma procedendo al ritmo attuale ci vorranno mesi se non anni perché finalmente sulla collina tutte le strade e le piazze vengano nuovamente e idoneamente alberate. A meno che, cosa che vorremmo escludere, non si sia trattato di un’operazione di mera facciata tesa a dare una nuova immagine solo nel cosiddetto “salotto buono” costituito dai tratti pedonalizzati delle due strade principali del Vomero, visto peraltro che, al momento, non risulta che sia stata diffusa alcuna notizia ufficiale sui successivi interventi per la messa a dimora di nuova alberature in altre strade”.

Sulle questioni sollevate Capodanno sollecita l’assessorato al verde e gli uffici comunali competenti a mettere in campo valide iniziative tese ad accelerare le operazioni di piantumazione delle nuova alberature, rendendo nel contempo noto il cronoprogramma degli altri interventi previsti al riguardo per le altre strade e piazze della municipalità collinare.