Liverpooli-Napoli: prima sconfitta stagionale ad Anfield ma zero delusione, azzurri agli ottavi da primi del girone e con una grande prestazione contro i reds che trovano la vittoria solo nei minuti finali, grazie a due calci d’angolo.

Liverpool-Napoli, è la partita che chiude il girone di Champion League, agli azzurri bastava non perdere con 4 gol di scarto, bravi anzi bravissimi i ragazzi di mister Spalletti che non soffrono mai la possibile furia dei reds. Peccato per la sconfitta immeritata, arrivata solo nei minuti finali grazie a due calci d’angolo, ma forse, come sottolineato anche da tecnico toscano, il grande vantaggio con cui il Napoli si è presentato ad Anfield, vantaggio ancora integro a 5 minuti dalla fine, ha fatto si che la squadra calasse un pò nell’attenzione, iniziando giĂ  a pensare la partita importantissima di sabato a Bergamo, così sono arrivati i gol che hanno sancito la prima sconfitta stagionale degli azzurri. Un piccolo rimpiando per un girone affrontato in modo perfetto, da grandissima squadra imponendo il proprio gioco e la propria forza su tutti i campi, anche qeusta sera ad Anfield, gli azzurri non avevano mai dato la sensazione di poter perdere, anzi, c’è da recriminare per un rigore non concesso al settimo minuto su Kvaratskhelia, il georgiano viene spinto vistosamente alle spalle da Konatè, per l’arbitro si può proseguire ma l’irregolaritĂ  è chiara purtroppo il Var è silente, poi peccato per il gol annullato ad Ostigard, giustamente, per fuorigioco di pochissimi centimetri.

Il Napoli però non esce in alcun modo demoralizzato da questa sconfitta, forse la sconfitta meno dolorosa in tutta la storia del club azzurro, un risultato negativo che mancava dal 30 aprile e che da quella data ha visto la costruzione di una squadra con tanta qualitĂ , con un gruppo ringiovanito ed unito che è riuscito a totalizzare 17 risultati utili consecutivi dall’inizio del campionato e ben 13 vittorie, sempre consecutive, tra campionato e coppa. Insomma non c’è da fare alcun dramma, la squadra va solo applauditĂ  con la speranza che lunedì 7 novembre, l’urna di Nyon sia gentile con gli azzurri, ma con la consapevolezza che a preoccuparsi del sorteggio, questa volta, devono essere gli altri e non il Napoli.

Testa all’Atalanta adesso per riscattarsi subito, ma soprattutto per dare una spallata al campionato, infatti, nella 13esima giornata di serie A, gli azzurri conquistando il bottino pieno contro i ragazzi di Gasperini, potrebbero mettere ulteriore distanza sulle inseguitrici, sia per il derby romano che per il cosiddetto derby d’Italia tra Juventus e Inter. Voltare subito pagina e riprendere il ruolino di marcia, questo gruppo è ha dato dimostrazione di essere speciale, dimostri di saper anche dimenticare in fretta, una sconfitta, di certo non meritata.