Milan-Napoli: battuti i campioni d’Italia per 1-2, Simeone firma il gol partita

Milan-Napoli: battuti i campioni d’Italia per 1-2, Politano segna il calcio di rigore per il primo vantaggio, Giroud illude i rossoneri, Simeone firma il gol partita che vale la vetta della classifica.

Milan Napoli – Tre, sono i giorni che ha avuto Spalletti per preparare questo match importantissimo, ritornati in tarda notte da Glasgow, la squadra ha avuto a disposizione poco tempo per rimettersi dalle fatiche e preparare il big match del Meazza, proprio queste erano le preoccupazioni che hanno accompagnato, tifosi e addetti ai lavori, fino al fischio d’inizio di Milan-Napoli, partita che ha messo di fronte due squadre che, con ogni probabilità, lotteranno fino alla fine per qualcosa di importante, i rossoneri con lo scudetto già cucito sul petto, gli azzurri che lo scorso anno ha sfiorato l’impresa per qualche defaiance di troppo propiro tra le mura amiche.

La partita è stata ben giocata da entrambe le parti, la squadra di casa però fa registrare una prestazione leggermente migliore degli ospiti, ma nel calcio si sa vince chi fa un gol in più dell’avversario. Il Napoli per i primi 20 minuti non riesce a far girare palla, avendo gli avversari che effettuano un pressing alto senza lasciare spazio, costretti il più delle volte a perdere il possesso rischiando di prendere gol, ma questa sera tra i pali, un ritrovato Meret fa gli straordinari togliendo in almeno 3 occasioni, la palla dal sacco evitando di far andare la sua squadra sotto con il risultato. Quando si accende Kvaratskhelia, per la retroguardia del Milan sono problemi, il georgiano fa prima ammonire Kjaer e poi nel finale del primo tempo anche Calabria, copstringendo Pioli a sostituirli nell’intervallo per evitare di finire la partita in 10.

Il secondo tempo parte con il botto, bastano meno di 10 minuti a Kvaratskhelia per mandare di matto il nuovo innesto rossonero, Dest, il quale interviene su di lui in modo non attendo in area di rigore, per Mariani si continua, ma il Var richiama il direttore di gara al monitor che si accorge dell’errore e assegna il penalty agli azzurri, Politano trasforma con il brivido. Inevitabile dopo il vantaggio del Napoli, la reazione del Milan che si riversa in avanti in cerca del pareggio, gli azzurri sembrano resistere ma dopo un quarto d’ora devono incassare il pareggio di Giroud che gira in rete un perfetto assist di Hernandez. Un gol che riaccende San Siro, decibel altissimi per spingere i rossoneri alla vittoria, ma il Napoli non barcolla e tira fuori il carattere della grande squadra, solo 8 minuti dopo aver incassato il gol, è il Cholito a lavorare un pallone sporco, girarlo per Mario Rui e andare a colpire di testa in area un assist al bacio del portoghese, palla nell’angolino basso e Megnan non può nulla, 1-2. Prima della fine, un brivido gela i partenopei, Kalulu colpisce a botta sicura a 3 metri dalla porta, Meret è battuto ma la traversa respinge fuori la sfera slavando i 3 punti del Napoli.

Partita bellissima giocata ad alti ritmi, un vero spot per il calcio italiano, ottima la partita del Milan che in varie circostanze dimostra di averne di più rispetto agli avversari. Un plauso immenso ai ragazzi in maglia azzurra, anche se con una prestazione non di altissimo livello, riescono a soffrire e mettere paura ai campioni d’Italia, prima di mettere la freccia ed effettuare il sorpasso decisivo che vale la vittoria.