Il Napoli espugna Ibrox Park, 3-0 ai Rangers e primato nel girone

da | Set 14, 2022 | Calcio Napoli, InEvidenza

Il Napoli espugna Ibrox Park, 3-0 ai Rangers in gol Politano, Raspadori e Ndombele per il primato nel girone.

Il Napoli espugna Ibrox Park, oggi Ibrox Stadium, con un sonoro 3 a 0, in gol Politano, Raspadori e Ndombele. Per chi non si è potuto godere la notte Champions di Glasgow, nonostante l’acquisto del tagliando per l’ingresso allo stadio, volo e hotel prenotati, gli azzurri regalano un’altra notte magica, dopo quella con il Liverpool, ai supporters partenopei, una di quelle notti che si fa fatica a dimenticare specialmente se sono griffate Champions League. Il Napoli di Spalletti non si è lasciato distrarre dalle incertezze organizzative di questo match e, anche con lo slittamento di 24 ore, si è fatto trovare pronto e voglioso di vittoria.

Paziente nel comandare il gioco, attento nel controllare le folate offensive avversarie, a volte anche fortunato in occasione del liscio a botta sicura Morelos, ma anche sfortunato con Zielinski che colpisce l’incrocio dei pali a pochi minuti dall’inizio, con lo stesso polacco autore di due errori dal dischetto. Una partita, insomma, che il Napoli da sempre l’impressione di poter portare a casa, ma a causa di un ritmo non velocissimo le reti restano inviolate per piĂą di un’ora di gioco, complici anche i due portieri autori di parate molto impegnative.

La svolta del match poco prima dell’ora di gioco, quando l’arbitro Lahoz assegna un calcio di rigore ai partenopei per fallo di James Sands su Simeone lanciato a rete, secondo giallo per l’americano dei Rangers e squadra di casa in 10. Succede di tutto nel battere il calcio di rigore, Piotr dimostra di non avere sangue freddo e dopo aver sbagliato il primo rigore con conseguente rete di Politano, fatto ribattere per posizione irregolare del portiere McGregor, il polacco sbaglia ancora rimanendo il risultato in paritĂ . Poteva essere un contraccolpo psicologico per gli azzurri, ma la squadra quest’anno ha dimostrato di saper reagire, infatti, pochi minuti dopo senza farsi prendere dal panico, colleziona una bella azione che porta Kvaratskhelia a calciare verso la porta dall’interno dell’area di rigore, deviazione di braccio di Barisic e altro calcio di rigore che questa volta trasforma Politano. Il resto della partita è in controllo degli azzurri, Spalletti butta nella mischia prima Raspadori con Zerbin e Olivera, poi Ndombele. Il risultato viene messo al sicuro proprio dai nuovi entrati, prima Raspadori e poi Ndombele mettono il sigillo. Napoli che offre un’ottima prestazione, senza farsi mai intimorire dalla squadra scozzese ne dai suoi supporters, lasciando il terreno di Glasgow con la seconda vittoria in Champions che li proietta al vertice del girone a punteggio pieno, con 7 gol fatti in due partite e uno subito che lasciano ben sperare per un prosieguo positivo nella massima competizione europea.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

La prima metro al mondo chiusa per umiditĂ 

La prima metro al mondo chiusa per umiditĂ 

Stop alla stazione Università fino al 15 ottobre. Pavimentazione da sostituire: “materiale non idoneo” A poco più di 11 anni dall’inaugurazione la stazione metropolitana di piazza Bovio necessita di 4 mesi di lavori per sostituire le “pregiate pavimentazioni” con un...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

De Luca trasforma in positivi i primati negativi della regione

De Luca trasforma in positivi i primati negativi della regione

De Luca, dopo un periodo di “appannamento mediatico” sta tornando al proscenio con tutta la sua carica comunicativa. E lo fa, per non smentirsi, nel bene e nel male. Replica, ad esempio, alla stravagante inchiesta della Procura di Napoli sugli appalti durante la prima...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te