Nasce al Suor Orsola il primo corso di laurea magistrale in Campania in Digital Humanities

da | Lug 7, 2022 | Primo piano

Domani alle ore 12: con l’intervento del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi la presentazione del nuovo percorso di formazione per l’umanista digitale con due indirizzi: materie letterarie e beni culturali

“Se la Scuola e i Musei stanno diventando sempre più votati all’innovazione digitale servono con urgenza nuove figure professionali specificamente preparate per questa rivoluzione smart”. Così Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, presenta l’ultima ‘creatura’ accademica dell’Ateneo napoletano: il nuovo corso di laurea magistrale LM-43 in “Digital humanities per le materie letterarie e i beni culturali”.

Trent’anni dopo essere stato il primo Ateneo italiano a varare un corso di laurea specificamente dedicato alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale il Suor Orsola, la più antica libera Università italiana, lancia una nuova sfida di alta formazione fortemente innovativa calibrata sulle future esigenze del mercato del lavoro così come aveva già fatto nel 2016, solo per citare un esempio, con il primo corso di laurea in Italia dedicato alla green economy.

La presentazione del nuovo corso di laurea magistrale in “Digital humanities per le materie letterarie e i beni culturali” si svolgerà venerdì 8 Luglio alle ore 12 nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa (diretta streaming su www.facebook.com/unisob) alla presenza del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Una presentazione che sarà preceduta da una riflessione dedicata al tema “L’umanista digitale per la smart school e per il sistema produttivo” nella quale, con il coordinamento di Antonio Polito, si confronteranno, insieme con il Ministro Bianchi. Il Rettore del Suor Orsola, Lucio d’Alessandro, il direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche del Suor Orsola Paola Villani e Alberto Melloni, chief scientific advisor della Commissione Europea.

La formazione dei docenti 5.0 e dei nuovi professionisti dei beni culturali: tutte le novità del corso di laurea magistrale in Digital Humanities riservato a 120 studenti

“Articolato in due distinti curricula (Beni culturali e Materie letterarie) il percorso accademico del nuovo corso di laurea magistrale in Digital Humanities è finalizzato alla formazione di laureati in discipline umanistiche studiate e valorizzate con l’aiuto delle ICT- Information and Communication Technologies e permetterà l’acquisizione di saperi e competenze di grande innovazione: dal data mining ai 3D renderings, fino alle tecniche di Historical GIS, solo per fare alcuni esempi”. Così Paola Villani, direttore del Dipartimento di Scienze umanistiche del Suor Orsola (che ha sede nel Complesso di Santa Caterina da Siena nel cuore del centro storico di Napoli) sintetizza gli obiettivi formativi e i numerosi sbocchi occupazionali del nuovo corso. “Il corso – sottolinea la Villani – si rivolge in particolare alla formazione di operatori dei beni culturali, beni librari, esperti nelle scienze del testo, insegnanti di materie letterarie o storia dell’arte, ricercatori, ma anche consulenti, liberi professionisti e professionisti per aziende. In particolare il percorso Materie letterarie darà ampio spazio a metodi e strumenti di ricerca e formazione per i docenti 5.0insegnanti e animatori digitali richiesti nella cosiddetta smart school”.

 

Didattica dell’italiano con i new media, linguistica computazionale, narratologia, valorizzazione digitale del patrimonio museale, storytelling per i beni culturali: l’elenco di alcuni dei nuovi insegnamenti (già presente sul sito web www.unisob.na.it insieme con il modulo per le immatricolazioni) racconta l’inclinazione formativa del nuovo corso di laurea che sarà aperto soltanto a 120 studenti. Un numero programmatico che garantisce il vero ‘marchio di fabbrica’ dell’Università Suor Orsola Benincasala ‘cura’ del singolo studente grazie ad un rapporto docenti/alunni di 1 a 25 (praticamente come a scuola) che spiega i ‘numeri’ (fonte AlmaLaurea 2022) che vedono l’Ateneo napoletano tra i primi in Italia per percentuale di laureati in corso (+15,5% rispetto alla media nazionale) ed efficacia della laurea (+15,2% rispetto alla media nazionale).

 

“Per l’Università Suor Orsola Benincasa questo nuovo corso – evidenzia il Rettore Lucio d’Alessandro – rappresenta l’approdo di oltre un quindicennio di ricerca e di didattica innovativa su tutti i temi che intersecano le scienze umane e le nuove tecnologie, condotte nel Centro interdipartimentale di ricerca “Scienza Nuova” e innovate dai nostri migliori giovani nel Dottorato di ricerca in Humanities and Technologies, che, giunto ormai al suo decimo ciclo, vanta il 100% di placement altamente qualificato, in Italia e all’estero”. Come chiarisce il Rettore “ormai non è più il tempo di una informatica umanistica, dove la novità era l’applicazione delle tecnologie digitali alle scienze umane, con una declinazione spesso funzionale, operativa, ancillare, ma è il tempo, non più differibile, della necessità di formare una solida e poliedrica figura di nuovo umanista capace di interrogarsi su cosa comporti l’era del digitale, anche per la formazione delle nuove generazioni”.

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: ben 12 nomination ai “Grandi Maestri” dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Questa sera (diretta su Rai Uno dalle 21.25) negli studi di Cinecittà per la cerimonia di premiazione della 67esima edizione dei David di...

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

di Federico Marazzi * In Campania l’eccellenza della formazione è all’Università Suor Orsola Benincasa Immaginate di vedere per la strada un’auto d’epoca, esteticamente affascinante, capace di ottime performances, ma a prezzo di consumi di carburante decisamente...

Come tutelare il nostro “oro blu”

Come tutelare il nostro “oro blu”

Iniziativa per la candidatura Unesco delle acque sorgive del Golfo a “patrimonio dell'Umanità”. I dati, le ipotesi “Facile aprire il rubinetto ed avere a disposizione una delle acque più pregiate, più controllate d’Italia. Ma ciò richiede un grosso sforzo tecnico, una...

Calcio, l’Italia s’è persa

Calcio, l’Italia s’è persa

Come ripartire dopo la delusione della Nazionale Riparte il campionato e sarà volata tutta d’un fiato fino al 22 maggio quando conosceremo l’esito del torneo più incerto ed emozionante da 10 stagioni a questa parte. Si riparte con gare importantissime ai fini della...

La figuraccia di Milano e l’esempio di Napoli

La figuraccia di Milano e l’esempio di Napoli

Il direttore d’orchestra russo Valery Gergiev cacciato dalla Scala di Milano solo perché non ha accettato l’imposizione di dire due parole contro Putin e contro la sua guerra prima di un’esibizione. Un corso sul grande scrittore russo Fedor Dostoevskij annullato alla...

La stazione che fa acqua da tutte le parti

La stazione che fa acqua da tutte le parti

Metropolitana, Salvator Rosa tra secchi di plastica e “portoghesi”. Una vergogna continua Il battagliero consigliere comunale Nino Simeone ne ha fatto, giustamente, un caso. Non si è mai visto, da nessuna parte al mondo, che per collaudare treni nuovi da immettere in...

Napoli, via Domenico Fontana: residenti in pericolo

Napoli, via Domenico Fontana: residenti in pericolo

È da venerdì 18 marzo che in via Domenico Fontana, all’altezza del civico 115, tra l’ingresso pedonale della Parrocchia di Santa Maria Antesaecula e l’accesso alto del Parco Montedonzelli, staziona un “senza fissa dimora”. Per quanto commossi dal senso di Pietas e dal...

Napoli, meno ansia

Napoli, meno ansia

Gli azzurri “tradiscono” quando aumenta la pressione Diciamolo francamente: a Napoli ce la suoniamo e ce la cantiamo come vogliamo a seconda dello spirare del vento, soprattutto quando l’oggetto o il sogno delle nostre fantasie, viene meno ribellandosi a etichette,...

Wilson, laziale sì. Ma soprattutto napoletano

Wilson, laziale sì. Ma soprattutto napoletano

L’omaggio al grande difensore ex Internapoli morto nei giorni scorsi a Roma Se ne è andato all’improvviso, accompagnato dall’omaggio scontato e doveroso di tutto il mondo calcistico laziale. Prima la bara esposta nella camera ardente poi un funerale, a Roma, con la...

Morte di Ornella, a maggio la sentenza

Morte di Ornella, a maggio la sentenza

Il processo all’ex compagno della docente uccisa un anno fa. Lunedì incontri alla Uil e al Liceo artistico Un otto marzo trascorso col pensiero rivolto alle donne russe e ucraine… Intanto in Italia non si ferma la violenza di genere: 118 le vittime di femminicidi nel...

Errore medico: quando c’è il risarcimento

Errore medico: quando c’è il risarcimento

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega la normativa che regola la responsabilità sanitaria Con l’articolo di oggi lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, si occupa della tematica del risarcimento del danno derivante dall’errore del medico...

Una Coach in soccorso delle donne

Una Coach in soccorso delle donne

Victoria Logacheva ha coniugato la sua inclinazione per l’ascolto e l’aiuto agli altri con il lavoro Felicemente sposata, madre di due bambini di 1 e 4 anni, Victoria Logacheva ha da sempre notato di avere una particolare inclinazione per l’ascolto attivo e di essere...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te