Dieci anni del Napoli femminile

da | Giu 20, 2022 | Calcio Napoli

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un
evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società azzurra con in primis l’ex direttore generale Italo Palmieri, coadiuvato dai suoi più stretti collaboratori, come il fido segretario Lello Riccio, il responsabile del settore giovanile, Nino Catalano, il preparatoreatletico storico Felice Di Maio, il fisioterapista Gianluca Santoriello, gli allenatori Gennaro Cavallino, Mimmo Paesano, Alessandro Riccio, Peppe Egizio, Marco Mazziotti, Kikko Aielli, Kulia Batashova, e il responsabile dell’area sanitaria, il professore Carlo Ruosi.

E poi c’erano loro, le protagoniste di questa emozionante scalata dalle serie minori sino al massimo torneo. A partire da Valeria Pirone, vera icona del calcio femminile partenopeo, e poi, Valentina Esposito, Paola Di Marino, Emanuela Schioppo, Ramona De Rosa, Fabiana Pastorini, Marcella Bentivoglio, Rosaria Fiengo, Azzurra Massa, Milena Gesuele. Ma la sorpresa è stata la presenza di un bel po’ di ragazze venute da tutta Italia; tra le altre Gioia Masia, Alice Pignagnoli, Michela Franco, Sabina Radu, Antonella Morra, Silvia Vivirito, Maria Caramia. Insomma una festa coi fiocchi. Prima del match tutte schierate a centrocampo e un’esplosione di petardi e razzi da finale Champions. Poi il match a ranghi misti vinto dalle blu capitanate da Valentina Esposito che si sono portate a casa la Coppa Gais dedicata al compianto scopritore di tante ragazze presenti all’evento, consegnata di persona dal
fratello Gianni. E a seguire, ai Fondi di Baia prima la cena, poi le premiazioni dei capitani storici, e dulcis in fundo, il concerto di Monica Sarnelli, e per concludere il dj set di Daniele Decibel Bellini che ha scatenato tutto il pubblico presente. Tra le presenze gli allenatori, Paolo Specchia e Bruno Di Lauro, gli ex calciatori Pino Liberati e Luciano Stella, il dottore Tommaso Ricozzi, i dirigenti Pierino Scamarca e Luigi La Marca, giornalisti e personaggi del mondo del calcio.

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te