Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

da | Giu 18, 2022 | Cronaca

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio

Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il presidente della Commissione Sport ha fatto il punto della situazione sui debiti che il Napoli ha col Comune. “Da un punto di vista contabile – ha detto Esposito – bisogna chiarire che ci sono delle questioni non chiuse antecedenti al Covid: mi risulta che nel 2018-2019 i cittadini vantano un credito di 984mila euro dal calcio Napoli, poi nel 2019-2020 ci sono altri 373mila euro e nel 2020-2021 un milione e 32mila euro. Infine nel 2021-22 un altro milione e 19mila euro. Il 28 dicembre scorso mi è stato notificato il tutto, e sono 3,4 milioni di euro. Noi come Comune ci facciamo carico dei costi di gestione elettrici, idrici e manutenzione ordinaria”. Nel corso dell’intervista Esposito ha ribadito che “nella nuova convenzione il Comune si è assunto l’onere di fare quei lavori necessari fatti ai fondi per le Universiadi”. “Noi e la Regione – aggiunge Esposito – ci siamo caricati di queste spese, oggi è in corso il rinnovamento del miglio azzurro sempre con soldi dei napoletani e fondi regionali: l’assessore ieri ci diceva che ci sono 2,5 milioni di euro di lavori da fare per la manutenzione, i bagni sono stati rifatti e ci sono delle partite contabili da chiudere. Il Napoli farebbe bene a chiuderle, sapendo che il Comune di Napoli grazie al sindaco Manfredi è riuscito ad ottenere il patto per la città con il Governo per evitare il dissesto. Dallo studio dei conti – prosegue Esposito – emerge che siamo deficitari nella riscossione dei crediti, da buon amministratore il Comune deve chiedere il pagamento degli importi dovuti ed il Napoli, essendo un player importante, deve pagare. Se ci comportiamo in un certo modo con i ragazzini, 3,4 milioni di euro sono dei costi che possono essere coperti con gli introiti da biglietteria”.

Dal presidente della Commisione Sport del Comune, quindi, arrivano richieste chiare al Napoli. “Lo stadio ha generato proventi economici per il Napoli – spiega Esposito – il club per le capacità del presidente è uno dei pochi in attivo: mi aspetto un atto forte anche se sarebbe la normalità, ovvero non mettere in discussione la questione Covid e pagare tutto. Il ragionamento è molto stringato, dobbiamo rendere conto ai napoletani la gestione dei beni pubblici. E non si può dire che lo stadio adesso non sia utilizzabile in tutti i suoi aspetti. Il Comune ha un problema di riscossione, De Laurentiis è uno in grado di dare l’esempio ai cittadini napoletani: ha un rilievo tale da dare l’esempio agli enti pubblici e privati che non pagano i debiti nei confronti del Comune. Anche perché – conclude Esposito – recupererebbe un paio di milioni di euro dai lavori che faremo allo stadio Maradona. De Laurentiis onori il suo debito, riguarda i cittadini di Napoli e lo stadio Maradona”.

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

Fondata nel VI secolo a.C. Napoli vanta una storia particolarmente antica ed è infatti tra le città più antiche del pianeta. Molti dei suoi monumenti storici sono impressionanti e ben conservati, tra cui la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Gravina e il...

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Il progetto sarà presentato domani lunedì 6 giugno, alle 17,30, presso The Spark in piazza Borsa. Si tratta di un'iniziativa che si inserisce nella guerra al melanoma - il tumore killer della pelle - e all'inquinamento del mare. E' stata messa a punto da Marevivo e da...

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Il rettore Lucio d’Alessandro ha subito annunciato un tributo concreto all’ex presidente del Consiglio che è stato tra i padri fondatori della Scuola di Alti Studi Politici dell’Ateneo napoletano Dal politico come medico al ragionamento sempre aperto al dubbio ed al...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te