Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

da | Giu 18, 2022 | Cultura&Spettacolo

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia

A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e l’estro tutta napoletana. E l’idea, forse strana in partenza ma vincente, è venuta ed ha preso forma e sostanza con il genio, il lavoro e la fatica, enormi ma anche la passione, tantissima di Fortuna Imperatore, alias Axel Fox, trentenne napoletana laureata con master in Psicologia e Antropologia.
Dal 2020 si è dedicata da autodidatta allo sviluppo di “Freud’s Bones” lavorando praticamente di notte dovendo dedicarsi di giorno al lavoro presso una ditta di pulizia intrapreso per sentirsi indipendente e non pesare sui genitori.
“Un lavoro – dice ora Fortuna/Axel Fox – che non mi piaceva, anzi detestavo e mi ha traumatizzata in un ambiente corrotto e devastante di totale immobilismo con la testa e dove perciò ero incapace di autodeterminarmi”. E lo strappo con il mondo del lavoro è stato altrettanto deciso e violento per darle la forza di provare a diventare ciò che in realtà voleva e vuole essere realmente. Freud è stato il tramite, perché outsider come lei, e il padre della psicoanalisi con le sue ossessioni e le sue ansie è servito per creare Axel Fox, la game designer e producer di un gioco indipendente. “Ha stravolto la mia vita – dice Fortuna/Axel Fox – e fare la game designer e producer di Freud’s Bones mi ha profondamente cambiata facendo diventare il lavoro il mio pane quotidiano, il fuoco interiore e non più una mera necessità”.
Freud’s Bones è un’avventura punta e clicca che mette al centro della narrazione concetti base della psicanalisi, un racconto personale che, nelle mani, ma soprattutto nella testa del giocatore, diventa universale. Nel gioco, il giocatore e Freud si fondono, le ansie del padre della psicoanalisi, il tormento da salvatore che lo attanagliava, il suo senso di isolamento e tutto ciò che gravita intorno a lui coinvolge interamente anche il giocatore.
“Non mi sono sostituita a lui – dice Fortuna/Axel Fox – ma ho semplicemente letto i suoi diari, cercando di assorbire la sua personalità e l’ho sentito come un amico, talvolta detestandolo proprio come si detestano le parti di noi che non riusciamo a tollerare a causa della loro complessità. Freud’s Bones consente di apprendere alcuni principi base della psicoanalisi, utili per non dire necessari, per affrontare i quattro casi principali proposti nell’avventura”.

“I casi – racconta Axel Fox – sono ibridi, c’è verità, storia ma soprattutto invenzione. Due di essi, infatti, sono basati sulle informazioni biografiche di due sostenitori del progetto Kickstarter che hanno scelto di essere e diventare pazienti. Ho costruito così delle vere e proprie narrazioni ponendomi nei panni di Freud, affrontando i loro sintomi e lasciando al giocatore la scelta dell’approccio adatto per risolverli”.
Ed in effetti il game play si fonda su due direttive: durante il dialogo terapeutico si possono leggere le cartelle cliniche e il taccuino contenente un compendio della teoria psicoanalitica freudiana. Scegliendo il tipo di approccio, l’ordine degli argomenti ed il tipo di approccio si può riuscire o meno a fare breccia nel paziente con l’obiettivo di fargli confessare il trauma alla base del sintomo. “Questo – conclude Fortuna/Axel Fox – fino alla diagnosi finale. Ogni caso clinico può terminare in modo positivo o negativo e il transfert che il paziente ha nei confronti di Freud, quindi del videogioco ha un suo peso specifico”. Freud’s Bones, in circolazione e vendita già dal 22 maggio, è un omaggio al padre della psicoanalisi, un gioco per conoscere se stessi dove il finale, anzi i finali dipendono dal giocatore. Fortuna Imperatore ha trovato il suo “destino” come game designer, la sua felice ossessione di vita e, omen nomen, come dicevano i latini, siamo certi che la sua vivida intelligenza e preparazione saprà creare altri videogiochi altrettanto avvincenti e fortunati

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì 8 Giugno, alle ore 15,30, nellʼincantevole cornice di Castel SantʼElmo, a Napoli,si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI edizione del Premio Letterario Internazionale “Emily Dickinson”, fondato e presieduto dalla scrittrice e giornalista Carmela...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te