Fermo amministrativo, come difendersi

da | Mag 21, 2022 | Cronaca

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso

Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per gli automobilisti, in assenza di notifica della cartella esattoriale o del preavviso di fermo.
Occorre innanzitutto ricordare, che il fermo amministrativo può essere iscritto sui veicoli a motore del contribuente qualora quest’ultimo non abbia pagato la cartella esattoriale o atto fiscale ad esso equipollente (ad esempio ingiunzione fiscale) entro i 30 giorni dalla notifica.
Prima che si proceda all’iscrizione del fermo, l’Agente per la Riscossione deve inviare un preavviso, al ricevimento del quale, il contribuente che voglia evitare le “ganasce fiscali” può pagare il debito oppure chiedere la rateazione con contestuale richiesta di sospensione della procedura cautelare di fermo.
Il contribuente, può anche evitare il fermo dimostrando che l’auto è strumentale all’esercizio della professione o dell’attività imprenditoriale in quanto iscritta nel libro dei beni ammortizzabili e funzionale all’esercizio del lavoro (non basta che funga da semplice mezzo di trasporto per il lavoratore). Oltre alla notifica della cartella e del preavviso, la legge non impone all’esattore di comunicare al contribuente l’avvenuta iscrizione del fermo.
Questo significa che chi non paga le somme nel termine previsto nel preavviso di fermo, potrebbe trovarsi il blocco senza neanche saperlo e subire le conseguenti sanzioni amministrative per essere trovato alla guida dell’autoveicolo in questione, senza che rilevi la sua eventuale “buona fede”. Tali sanzioni sono:
• la multa da 1.984 a 7.937 euro;
• la revoca della patente;
• la confisca del veicolo.
Per verificare se il veicolo è sottoposto a fermo, basta richiedere una visura della targa dello stesso presso gli uffici PRA o una delegazione ACI.
Tuttavia se il contribuente riceve il fermo senza aver mai ricevuto il preavviso o la cartella può presentare al giudice un ricorso in modo da far cancellare il fermo medesimo.
La competenza a ricevere l’eventuale ricorso avverso il fermo amministrativo del veicolo non è univoca, ma varia a seconda di quale sia la natura del debito presupposto al provvedimento.
Ad esempio, ci si deve rivolgere al giudice tributario in caso di debiti inerenti tasse, imposte o tributi e al giudice ordinario in caso di sanzioni per violazioni al codice della strada o per debiti Inps.

 

 

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

Fondata nel VI secolo a.C. Napoli vanta una storia particolarmente antica ed è infatti tra le città più antiche del pianeta. Molti dei suoi monumenti storici sono impressionanti e ben conservati, tra cui la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Gravina e il...

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Il progetto sarà presentato domani lunedì 6 giugno, alle 17,30, presso The Spark in piazza Borsa. Si tratta di un'iniziativa che si inserisce nella guerra al melanoma - il tumore killer della pelle - e all'inquinamento del mare. E' stata messa a punto da Marevivo e da...

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Il rettore Lucio d’Alessandro ha subito annunciato un tributo concreto all’ex presidente del Consiglio che è stato tra i padri fondatori della Scuola di Alti Studi Politici dell’Ateneo napoletano Dal politico come medico al ragionamento sempre aperto al dubbio ed al...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te