Napoli, controlli movida: mancato rispetto orari e assenza di autorizzazioni

Nelle ultime ore la polizia locale di Napoli ha effettuato ulteriori verifiche per assicurare il rispetto delle norme che regolano la “movida” cittadina e dell’ordinanza sindacale 59/2022.

Nell’immediatezza degli orari di chiusura stabiliti dall’Ordinanza Sindacale 59/2022, sono state verificate n. 136 attività e dai controlli sono scaturiti n° 2 verbali per diverse violazioni, in particolare è stato necessario sanzionare le inosservanze nella zona di Chiaia in vicoletto Belledonne per  il mancato rispetto dell’ orario di chiusura e in via Mezzocannone per  l’emissione di musica udibile all’esterno dei locali dopo la mezzanotte. I controlli sono poi continuati in pattugliamento fino all’alba per verificare che nessuna attività riaprisse prima delle ore 05,00, come previsto in Ordinanza.

Dai controlli effettuati inoltre sono scaturiti ulteriori n. 7 verbali, per occupazione abusiva di suolo pubblico e per la mancata differenziazione dei rifiuti. Mentre in via Luca Giordano sono stati sanzionati due ambulanti, uno per mancanza autorizzazione con relativo sequestro della merce esposta ed un altro per occupazione di suolo abusiva.

Sono stati effettuati inoltre 237 controlli per la normativa anti-covid rivolti anche ai titolari e ai clienti delle attività imprenditoriali.

Sul fronte delle verifiche al Codice della Strada sono stati effettuati 180 controlli ed elevati 106 verbale e 5 sequestri oltre alla rimozione di 50 veicoli con i carri gru nelle zone prossime a quelle di maggiore attrazione della movida cittadina, come  piazza Trieste e Trento, via Monteoliveto, via Cesare Battisti, via Caracciolo e viale Dohrn.