Napoli: volo ad alta quota, Lazio piegata con un gran gol all’ultimo respiro

Napoli: volo ad alta quota, Insigne firma il momentaneo vantaggio, Pedro spaventa gli azzurri trovando il pareggio a 2 minuti dalla fine, Lazio piegata con un gran gol di Fabian Ruiz all’ultimo respiro.

Napoli: volo ad alta quota – Partita combattuta e tiratissima, quella che va in scena allo stadio Olimpico di Roma per il posticipo della 27esima giornata, Lazio e Napoli, reduci dalle fatiche di coppa, ofrono un grande spettacolo per il calcio Italiano.

Primo tempo con gli azzurri in difficoltà nei primi minuti del match, i ragazzi di mister Sarri sfiorano per ben due volte il vantaggio con il Napoli che sembra leggermente stanco e con difficoltà nel giropalla. Passati i primi minuto la compagine di Spalletti riesce a prendere le giuste contromisure, Demme deve fare gli straordinari in mezzo al campo, mentre la difesa cerca di impostare finendo spesse volte con il lancio sulle fasce ben chiuse da un’accurata tattica del comandante Sarri. I primi 45 minuti finiscono con un pari a reti inviolate, con la sensazione che la squadra di casa sia più organizzata nel trovare folate offensive per far male all’avversario, primo tempo accompagnato a lunghi tratti dai soliti cori beceri contro Napoli, ineggiando il Vesuvio anche in un momento di grande difficoltà per l’intera umanità.

Il secondo tempo è un contenitore di enormi emozioni, le due squadre cercano la vittoria e si affrontano a viso aperto. Appena passata l’ora di gioco, arriva il primo gol del campionato su azione di Lorenzo Insigne, il capitano azzurro piazza un destro chirurgico dove non può arrivare Strakosha, l’entusiasmo sale alle stelle, gli azzurri agganciano momentaneamente il Milan in testa alla classifica. Il Napoli dopo il gol gioca sul velluto, trova il gol del raddoppio sempre di Insigne, ma il Var annulla per fuorigioco tra le proteste degli azzurri che chiedevano un fallo di mano di Patric. Due episodi dubbi in area di rigore laziale lasciano l’amaro in bocca ai tifosi partenopei, poco prima del gol annullato sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rrahmani devia di testa, la sfera colpisce la mano di Luiz Felipe prima di essere allontanata sulla linea di porta, il Var non aiuta Di Bello ma anche le immagini arrivano con colpevole ritardo. Gli azzurri sprecano il raddoppio con Politano, il talento azzurro a tu per tu con Strakosha non riesce a chiudere il match lasciando tante preoccupazioni per il finale. Proccupazioni che si realizzano a due minuti dalla fine, il gol di Pedro fa scendere il gelo tra il tifo azzurro, la sensazione è che si sia sprecata un’altra occasione per agganciare la vetta.

Ma la squadra non demorde e buttandosi letteralmente alle spalle tutte le critiche degli ultimi giorni, trova una reazione eloquente di gran carattere, allo scadere del quarto ed ultimo minuto di recupero, é Fabian Ruiz a regalare la vittoria al Napoli, su assist di Insigne lo spagnolo trova un gran tiro all’angolino facendo letteralmente esplodere di gioia tutta la panchina e il tifo partenopeo. Aggangio al Milna in vetta alla classifica riuscito e domenica sera al Maradona ci sarà il match tra le capoliste.