Napoli: occasione cestinata, mancato l’aggancio alla vetta

da | Feb 21, 2022 | Calcio Napoli, InEvidenza

Napoli: occasione cestinata, mancato l’aggancio alla vetta con una brutta prestazione a Cagliari, pareggio insperato di Osimhen nei minuti finali.

Napoli: occasione cestinata – Alla Sardegna arena per conquistare la vetta della classifica, è questo l’obbiettivo della squadra azzurra, mister Spalletti deve però fare i conti con le nuove tante assenze, cambio modulo quindi con difesa a 3 composta da Juan Jesus, Koulibaly e Rrahmani, i terzini Di Lorenzo e MArio Rui completano la linea di centro campo con Zielinski e Demme, la coppia Elmas-Mertens alle spalle della punta Petagna, tra i pali Opsina.

Partita molto fisica fin dai primi minuti del match, con il Cagliari dell’ex Mazzarri che inizia a pressare su ogni palla lasciando poco spazio al Napoli in difficoltĂ  anche per trovare la giusta quadra con il nuovo modulo. La sfortuna non fa sentire la sua mancanza nemmeno in questo posticipo, Di Lorenzo subisce un duro colpo da Dalbert poco prima della mezz’ora di gioco è costretto a lasciare il campo, al suo posto Malcuit. Brutto Napoli quello che si vede nei primi 45 minuti di gioco, complici le fatiche di Europa League e le tante assenze, gli azzurri non riescono ad esprimere un gran gioco pu sfiorando il gol in due occasioni, con Di Lorenzo e Mario Rui, bravo Cragno in entrambe le occasioni a deviare in angolo.

Secondo tempo completamente assente il Napoli, brutto, lento e senza la cazzimma che serve in determinate partite. Purtroppo ancora una volta il Napoli, quando deve fare il salto per diventare grande, diventa piccola mancando sotto ogni punto di vista. Nei secondi 45 minuti, gli azzurri totalizzano un solo tiro per la porta, quello di Osimhen per il gol del pareggio, il resto è solo Cagliari che nonostante abbia trovato il gol del vantaggio solo grazie ad una papera si Ospina, ha molteplici occasioni per raddoppiare dove lo stesso portiere colombiano, si riscatta con interventi super mantenendo in bilico il risultato.

Occasione cestinata, ma alla luce dei risultati della 26esima giornata, si può anche vedere il bicchiere mezzo pieno, infatti con il pareggio ormai insperato di questa sera, il Napoli aggancia l’Inter al secondo posto a 2 lunghezze dalla vetta. E’ anche il caso di ragionare in vista del vero obbiettivo degli azzurri, infatti, una squadra che punta al titolo non può buttare letteralmente occasioni del genere, quindi questa giornata ci dice soprattutto che il Napoli si porta a +10 sull’Atalanta che occupa la quinta posizione consolidando quindi la permanenza in zona champions.

 

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Manfredi hai voluto la bicicletta? Ora pedala

Manfredi hai voluto la bicicletta? Ora pedala

Al sindaco il compito di ben sfruttare i soldi del patto per Napoli. E di darsi una svegliata La pompa è stata davvero magna. Sembrava che il miliardo e duecento milioni di euro consegnati virtualmente da Draghi a Manfredi (nella foto) fossero un grazioso regalo del...

A Napoli l’hub per gli ucraini

A Napoli l’hub per gli ucraini

Città mobilitata per aiutare i profughi. Via alla raccolta di beni per tutto il Sud Italia. Aperto un centro sanitario Decine di scatoloni con medicine, cibo e vestiti per i bambini ucraini. La disponibilità all’accoglienza dei profughi e anche a trovare un lavoro a...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te