Nola, dispersione scolastica: carabinieri denunciano tre genitori

da | Gen 25, 2022 | Cronaca

I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli sono da sempre in prima linea nel contrasto alla dispersione scolastica. I militari dell’Arma, in una forte sinergia con le scuole presenti sul territorio e con la Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, stanno monitorando le diverse posizioni scolastiche di ogni ordine e grado.

A Nola i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato a piede libero tre genitori. I militari sono stati contattati dal dirigente scolastico di una  scuola secondaria di primo grado.  Due alunni – i ragazzini hanno 13 anni – avevano superato il limite massimo delle assenze fissato nella misura del 25 %. I genitori sono stati convocati in caserma e denunciati. Risponderanno del reato di “inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare dei minori”.

Durante il primo lockdown i genitori avevano anche ottenuto e poi restituito i tablet per la Dad.

I nuclei familiari sono stati segnalati anche ai servizi sociali del comune per seguire la vicenda e supportare le famiglie.

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Con provvedimento in corso di pubblicazione, il Presidente della Regione Campania  ha richiamato tutti i datori di lavoro, pubblico e privato, all'osservanza delle norme di prevenzione sanitaria, in particolare riferite all'uso delle mascherine. Sulla base di quanto...

Vomero, aggrediscono un rider vicino al McDonald’s

Vomero, aggrediscono un rider vicino al McDonald’s

Nella serata di martedĂŹ i Carabinieri della compagnia Vomero vengono allertati per un giovane ferito presso il McDonald?s di via Giovanni Merliani. Dai primi accertamenti ancora in corso pare che un 19enne rider, verso le 20:30, sia stato accerchiato da un gruppo di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te