Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.

 

Il Napoli ritorna a sorridere – Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa 21esima giornata di serie A, gli ultras come fatto sapere in settimana, non sono sugli spalti a sostenere i colori azzurri per il diffondersi della variante omicron, quindi le presenze sono piĂą o meno 5mila nonostante l’ingresso gratuito per gli under 14.

Ritorna in panchina mister Spalletti che nell’ultimo giro di tamponi è risultato negativo, quindi guarito dal covid si è unito alla squadra schierando i seguenti 11: Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Ghoulam; Demme, Lobotka, Elmas; Insigne(c), Mertens, Petagna.

Un primo tempo che non da spazio a grosse sorprese, in realtĂ  non da spazio nemmeno alla squadra di D’aversa che subisce un possesso palla estenuante da parte degli azzurri, il 76% con precisione, con Ospina chiamato in causa solo per il tiro telefonato dell’ex Quagliarella. Le poche emozioni sono tutte azzurre, con il gol annullato a Juan Jesus per fuorigioco millimetrico, infatti è il Var a dover intervenire per annullare, successivamente il gol di Petagna che sfrutta alla perfezione la distrazione della difesa blu cerchiata e con una sforbiciata batte Audero. Peccato dover segnalare l’ennesimo infortunio tra le fila del Napoli, il capitano azzurro fresco di contratto milionario con il Toronto, in un affondo sente una fitta nell’inguine ed è costretto a lascire il campo.

Secondo tempo da sonnolenza assoluta, pochissime emozioni e poche azioni degne di nota. I secondi 45 minuti scivolano via tra il possesso palla sempre azzurro e lo stadio che pian piano entra nella fa rem. Gli unici sussulti che hanno i tifosi nel secondo tempo sono, all’ingresso del nuovo acquisto Tuanzebe che entra tra gli applausi e nello stesso momento Ghoulam lascia il campo sempre tra gli applausi per una ulteriore prestazione positiva. Altro sussulto alla fine della partita quando l’arbitro Di Bello sancisce il ritorno della vittoria al Maradona, tre punti che ritornano dopo tre sconfitte consecutive.