Maresca: “Scelgo l’impegno”

da | Dic 18, 2021 | Primo piano

L’ex candidato sindaco a capo dell’opposizione è da poco tornato a rivestire anche il ruolo di giudice

Dopo la sconfitta alle amministrative di Napoli il magistrato Catello Maresca è da poco rientrato in servizio con funzione di giudice di Corte d’Appello a Campobasso, mantenendo però il ruolo di Capo dell’opposizione di centrodestra al consiglio comunale partenopeo. La scelta ha scatenato non poche proteste per la presunta incompatibilità del doppio ruolo assunto.

Allora quale sarà la sua strada? Politica o magistratura?
“Sarà la strada che percorro da qualche decennio, quella di un impegno professionale profondo e di una attenzione civica importante per la mia città che oggi si concretizza nella presenza in Consiglio comunale per offrire un contributo costruttivo e utile, spero, alla crescita della mia comunità”.

Come vorrebbe la sua Napoli? Insomma quale potrebbe essere la sua “Utopia” per citare Thomas More (dove peraltro la popolazione è divisa in famiglie guidate da un filarco ossia un magistrato)?
“Mi accontenterei di una Napoli simile alle altre città europee, pulita, sicura, con servizi ben organizzati, un posto in cui poter essere capaci di orientare le proprie scelte e crescere serenamente i propri figli”.

Dieci anni fa ha catturato il più feroce boss dei Casalesi: si è mai sentito un eroe?
“Assolutamente no. Sono solo un funzionario dello Stato che ha provato e prova tutti i giorni a fare il proprio dovere. Un uomo che ha avuto la tenacia di crederci e la fortuna di vivere una stagione esaltante di interventi positivi da parte dell’Autorità giudiziaria”.

In campagna elettorale ha annunciato che dopo la cattura di Zagaria, il suo obiettivo è Matteo Messina Denaro. Lo è ancora?
“Ho detto che mi sarebbe piaciuto. Se qualcuno me lo avesse proposto dieci anni fa non ci avrei pensato due volte. Oggi sono un po’ più vecchio, un po’ acciaccato e con obblighi ancor più profondi rispetto alla famiglia, a cui ho già tolto tanto”.

Qual è il progetto che vorrebbe vedere realizzato al termine dei prossimi cinque anni in Consiglio comunale?
“Mi piacerebbe ridare il mare a tutti i napoletani. E poi far passare il messaggio forte di una classe politica competente e capace di fare le cose di cui i cittadini hanno bisogno. Questa forse è la vera Utopia”.

Uno dei problemi dei napoletani è il trasporto pubblico inefficiente: come lo risolverebbe?
“Come non lo so, ora è un problema della maggioranza che è stata votata. Ma so sicuramente da dove inizierei: dai dirigenti della partecipata e dal modo con cui si è gestita negli anni. Basta clientelismo e più efficienza”.

Galleria della Vittoria, il regalo di Natale

Galleria della Vittoria, il regalo di Natale

Potrebbe essere il vero regalo di Natale per tutti i napoletani, la riapertura della galleria della Vittoria. L’infrastruttura, chiusa da oltre un anno, ha rappresentato uno dei temi trainanti della campagna elettorale. Per gli automobilisti è una sorta di incubo e...

La paura del vaccino? È irrazionale

La paura del vaccino? È irrazionale

di Alberto Vito * La contrapposizione del pensiero tra chi valuta la profilassi come una salvezza e chi è perplesso Nel nostro Paese è iniziata la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per le persone “fragili”, affette da patologie importanti, e a...

Non spaventate l’aggressore!

Non spaventate l’aggressore!

Criminalità “diffusa” e camorristica. Troppi giovani tra le vittime. È emergenza armi ed educativa Qualora vi aggredisse un uomo armato, state attenti a non spaventarlo, perché magari non ha alcuna intenzione di sparare ma, se fate qualche gesto che potrebbe...

Napoli, lavora e sogna!

Napoli, lavora e sogna!

Spalletti ha rivitalizzato un ambiente che sembrava in piena crisi dopo il Verona Convinto e determinato, diretto come mai e con il suo sguardo, a tratti luciferino, Luciano Spalletti si era presentato così da allenatore di un Napoli dell’anno zero dopo la delusione...

La missione del nuovo sindaco

La missione del nuovo sindaco

Tutti i compiti di Manfredi per riparare dieci anni di guasti Come sempre accade quando ci si appresta a scrivere un articolo affiora la necessità di riordinare preliminarmente le idee, prima di passare a “mettere penna su carta”. Ma mai come in questa circostanza...

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Spentosi l’entusiasmo per la schiacciante vittoria di Gaetano Manfredi, neo sindaco di Napoli, appare opportuna, per non dire obbligatoria, una riflessione più serena sull’esito della competizione elettorale. Sine ira ac studio, avrebbe detto Tacito. Quindi più...

Allarme Covid nelle scuole

Allarme Covid nelle scuole

In una settimana 47 contagi negli istituti superiori Quattro morti e 348 positivi: sono i dati dell’ultimo giorno (venerdì 24 settembre) di rilevazione dell’andamento dell’emergenza Covid-19 in Campania. Dati che indicano che l’indice di contagio resta stabile al...

Il voto? Ecco come andrà a finire

Il voto? Ecco come andrà a finire

Il candidato Manfredi è favorito nella corsa alla poltrona di sindaco… grazie al reddito di cittadinanza A Napoli, com’è noto, si vota il prossimo 3 ottobre per scegliere il nuovo sindaco, che governerà la città dopo dieci anni di disastrosa gestione di de Magistris....

Sport e salute col progetto Nalab

Sport e salute col progetto Nalab

A piazza Municipio quattro giorni di iniziative promosse dall’Ortopedia Meridionale Salvio Zungri Promuovere l’attività sportiva gratuita rivolta alla popolazione locale e valorizzare lo sport, incrementandone la funzione sociale, educativa ed etica, anche innalzando...

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, promossa dal Ministero della Salute, che quest’anno è dedicata alle cure materne e neonatali sicure con il claim “Agisci adesso per un parto sicuro e rispettoso”, Venerdì 17...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te