Musica e donna fonte di ispirazione ed equilibrio

Musica e donna, due elementi fondamentali della vita. Questi i due spunti di ispirazione della mostra di Davide Cuman in esposizione sino a sabato 4 dicembre all’Akademi – Art Temporary Art Space a Lucrino.

Nove opere di digital art riportate su tela, del 46enne artista napoletano, nella vita di tutti i giorni hair-stylist, ma che ha la capacità di passare con estrema dimestichezza dall’arte del capello a quella col mouse con la stessa naturalezza e con identico risultato. Appassionato di musica e legato per motivi professionali al mondo femminile, ha voluto trasferire entrambe queste peculiarità nelle sue opere esposte nella galleria. La Donna, fonte di ispirazione e fulcro del suo equilibrio, si manifesta come Dea veneratrice di amore e rispetto con evidenti legami con la madre. La musica è invece rappresentata nei suoi colori che identificano i periodi dei vari suoni e dei vari momenti della nostra esistenza. Cuman nasce come artista autodidatta. Dopo aver rappresentato diversi generi di arte contemporanea e varie tecniche mescolando colori a olio, smalti e ogni tipo di materia si è fatto catturare dalla digital art, riproducendo scatti di vita, sovrapponendo forme e immagini, coinvolgendo l’osservatore in un viaggio tra fantasia e intimità della sua anima. La digital art, o computer art, nata per scopi grafici e poi sviluppatasi nel mondo della pubblicità e dei registi per produrre effetti visivi, è via via diventata una forma di arte conosciuta che ha invaso anche il mondo delle mostre e gallerie. Un astrattismo 4.0.