Giornata in memoria delle vittime della strada, tanti ancora gli incidenti: serve più impegno

da | Nov 21, 2021 | Cronaca

Oggi si celebra la “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”, un momento di ricordo e riflessione che viene dedicato ogni anno, la terza domenica di novembre, alle vittime di incidenti stradali ed ai loro familiari, proclamato per la prima volta dall’Onu (Organizzazione delle Nazioni Unite) nel 2005.
Ricorre, sempre oggi, anche la “Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada”, istituita dalla legge 29 dicembre 2017, n.227.

La sicurezza stradale è una delle maggiori criticità che i Paesi Europei devono affrontare, e l’impegno di tutti è quello di azzerare il numero delle vittime della strada entro il 2050, nonché nel 2030 di ridurre del 50% il numero sia delle vittime che dei feriti gravi.
Il raggiungimento di questi obiettivi non può e non deve essere utopico, non solo perché ce lo chiede l’Europa, ma soprattutto per dare dignità  a quelle tante famiglie che piangono i loro congiunti, vittime di condotte di guida imprudenti.

Lo sforzo della Polizia di Stato, attraverso la Polizia Stradale, per contenere il numero dei sinistri mortali si esprime nelle oltre 397.000 pattuglie schierate sul territorio dall’inizio dell’anno, che hanno permesso di accertare più di 1.500.000 di infrazioni,  di ritirare 21.255 patenti di guida,  con 2.477.333 punti decurtati.
Ma gli incidenti stradali sono causati nella maggior parte dei casi dai comportamenti sbagliati dei conducenti e dal mancato rispetto del codice della strada.
È una questione di responsabilità individuale poiché i controlli di polizia, da soli, non potranno mai essere sufficienti se, contemporaneamente, chi si mette alla guida non mostra attenzione, con la propria condotta, al rispetto della vita propria ed altrui.

Per questo motivo l’obiettivo della Polizia di Stato è quello di sensibilizzare gli automobilisti sui rischi derivanti da comportamenti errati alla guida, anche attraverso campagne di prevenzione ed informazione sulla sicurezza stradale.
Sono numerose le iniziative che riflettono l’impegno sotto il profilo comunicativo, informativo e gli accordi con enti ed istituzioni con cui la Polizia di Stato condivide obiettivi di riduzione della mortalità stradale.
Le iniziative dedicate all’educazione stradale sono indirizzate non solo agli automobilisti, ma anche ai giovani, futuri conducenti del domani, attraverso la diffusione nelle scuole della cultura della legalità, della prevenzione e la promozione dei corretti stili di vita, favorendo la partecipazione di insegnanti, studenti e genitori alle attività organizzate, consolidando il rapporto di cooperazione in tema di sicurezza della mobilità, di riduzione dell’incidentalità, di prevenzione e promozione di comportamenti più responsabili.
La cultura della guida sicura è un valore comune ed un impegno corale perché la strada è di tutti e tutti dobbiamo fare la nostra parte per sentirci coinvolti, adottando e pretendendo dagli altri condotte di guida corrette.

Così Vito Nocera ricorda Francesco Ruotolo

Così Vito Nocera ricorda Francesco Ruotolo

Ecco una poesia in ricordo di Francesco Ruotolo scritta il 15 novembre 2020 da Vito Nocera, uno dei maggiori esponenti della sinistra napoletana, fra i fondatori di Democrazia Proletaria (1977) e Rifondazione Comunista (1991). FRANCESCO RUOTOLO È MORTO Forse era...

Quarto, nascondeva armi e munizioni nel divano: arrestato

Quarto, nascondeva armi e munizioni nel divano: arrestato

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato un 39enne di Quarto già noto alle forze dell'ordine, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione...

Napoli, Manfredi riceve il nuovo prefetto Claudio Palomba

Napoli, Manfredi riceve il nuovo prefetto Claudio Palomba

Questa mattina il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha ricevuto a Palazzo San Giacomo il nuovo Prefetto di Napoli Claudio Palomba, napoletano di 61 anni, tornato nella città partenopea dopo aver guidato la prefettura di Torino  «Una figura di assoluto prestigio con...

Decumani, ruba in un bar: arrestato

Decumani, ruba in un bar: arrestato

Ieri notte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Conte di Ruvo sono stati avvicinati da un passante che ha segnalato loro un furto in atto ai danni di un bar in via Bellini. I poliziotti, ...

Napoli centrale, ruba un cellulare a una ragazza: arrestato

Napoli centrale, ruba un cellulare a una ragazza: arrestato

Gli agenti del Compartimento Polizia ferroviaria per la Campania, nell’ambito dei servizi di vigilanza predisposti in stazione, hanno arrestato un cittadino algerino 50enne per il reato di furto aggravato. L’uomo ha attirato l’attenzione degli operatori della Squadra...

Al via a Napoli la quarta edizione del Master in arti sceniche

Al via a Napoli la quarta edizione del Master in arti sceniche

Lo spazio culturale di eccellenza per la ricerca  pedagogica nell’assonanza tra teatro e insegnamento Il bisogno delle relazioni, dei rapporti con gli altri stimola anche la didattica universitaria post Covid: ritorna, infatti, in presenza, il 26 novembre, nel Teatro...

Napoli, sequestrato cantiere abusivo per rischio crollo

Napoli, sequestrato cantiere abusivo per rischio crollo

A seguito di una segnalazione, il personale della Polizia Locale di Napoli, dell’U.O. Avvocata, insieme al reparto specialistico di Tutela Edilizia, è intervenuto in Via Emanuele De Deo, dove, terzo piano di un grande condominio, il proprietario di un appartamento...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te