Linea 1 tra ritardi e incubo Covid

da | Nov 20, 2021 | Cronaca

Corse dei treni col contagocce e assembramenti indotti dai guasti. Disagi in aumento per l’utenza

Un utente chiede spiegazioni al dipendente in servizio nella stazione della Linea 1 di Medaglie d’oro sul motivo del ritardo dell’arrivo del treno della metropolitana sulla banchina. La risposta arriva: “C’è un guasto, funziona a singhiozzo”. L’utente replica infastidito chiedendo perché non sia stato affisso almeno un avviso e il dipendente in servizio gli dice con fare tristemente scherzoso: “Non lo sapevamo. Ma questo è niente, ancora dovete vedere a cosa stiamo andando incontro!”. Una previsione che non fa presagire tempi migliori per i passeggeri della Linea 1 della metropolitana di Napoli, sempre più costretti a subire disagi e condizioni di viaggio al limite della decenza. Storia di tutti i giorni, purtroppo. Non si tratta più di casi isolati: ormai quando ci si accinge a prendere un treno della Linea 1 è impossibile sapere a che ora si possa davvero raggiungere la stazione di destinazione. E ovviamente gli utenti subiscono i disagi dei ritardi e degli stop alla circolazione dei treni.

Come capita anche ai turisti che hanno ripreso ad affollare la città e con essa anche i vagoni della metropolitana. Turisti che salgono sui treni con le valigie diretti alla Stazione Centrale ma che poi sono costretti a scendere a piazza Dante visto che spesso la tratta è limitata a questa fermata e poi da lì in poi devono farsela a piedi, arrangiarsi in pieno stile napoletano, però col rischio di perdere il treno in partenza da Napoli Centrale. Raggiungere piazza Garibaldi da piazza Dante, infatti, non è cosa semplice. Bisogna attendere l’arrivo di un autobus che passa col contagocce e quando passa è affollato. Oppure bisogna farsela a piedi con le valigie percorrendo tutto il tragitto da Dante a Garibaldi. In alternativa, per non perdere il treno, resta solo la possibilità di prendere un taxi, con una spesa non prevista e con il risultato di aver solo perso tempo prendendo la metropolitana perché, se ci fosse stato un avviso che annunciava l’obbligo di scendere a Dante, il turista magari avrebbe preso direttamente il taxi per raggiungere piazza Garibaldi senza attendere per circa venti minuti l’arrivo della metropolitana per poi dover scendere a Dante. Tra l’altro entrando in un treno stracolmo di passeggeri con persone stipate fino all’inverosimile con buona pace di ogni precauzione di distanziamento anti Covid. Sono lontani i tempi in cui, in piena emergenza per la pandemia, il Comune di Napoli mostrava fiero un video in cui veniva addirittura lavato e disinfettato un vagone della metropoliana e annunciava corse ogni 8 minuti per il 2021 in modo da impedire l’assembramento di persone sulle banchine e dentro ai convogli. Oggi la realtà è molto diversa e la frequenza delle corse è decisamente più lenta tanto che molti utenti che acquistano e timbrano biglietti oppure sono in possesso di un abbonamento sono spesso costretti a rinunciare alla lunga attesa e risalire le scale delle stazioni della Linea 1 per cercare un’alternativa come, per esempio, un autobus. Sì, proprio così: mentre dovunque si cerca di spingere i cittadini ad utilizzare il trasporto pubblico su rotaie, ovvero la metropolitana, e quello elettrico, come tram e filobus, a Napoli si fa il contrario, cioè si costringe l’utenza ad utilizzare i mezzi su gomma che inquinano.

Uno degli ultimi guasti registrati sulla Linea 1 ha scatenato il putiferio. L’ennesimo guasto ad un treno della metropolitana ha lasciato a piedi centinaia di persone dal momento che le corse erano limitate da Piscinola a Dante senza alcun preavviso e quindi restavano chiuse le altre stazioni Toledo, Municipio, Università, Duomo e Garibaldi. In tantissimi hanno affollato la banchina della Linea 2 alla fermata Museo per poter raggiungere la Stazione Centrale rendendo inaccessibili anche i treni delle Ferrovie dello Stato.

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Il 21 settembre alle ore 20,00 puntualissime ed eleganti, come loro costume  si sono incontrate tutte le socie del Club Inner Weel Luisa Bruni (il più antico club d'Italia)  sulla "Terrazza Zungri". Il Club Inner Wheel è un'associazione femminile strettamente legata...

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te