DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

da | Nov 20, 2021 | Calcio Napoli

La proposta di rinnovo al ribasso del patron del Napoli sembra un invito a chiudere dodici anni di storia

Che futuro ci sarà per Lorenzo Insigne? Cosa sarà del condottiero della nazionale, leader e capitano del Napoli? Dopo il pareggio con il Verona e il flop con la Nazionale, sembra che di lui si siano improvvisamente perse le stimmate del campione che avrebbe dovuto portare in alto i compagni di club e quelli della Nazionale in Qatar.
In verità, è da qualche partita che Lorenzo non incanta più come ad inizio stagione. Non è il solo, viste le condizioni dei suoi compagni in nazionale, ma il contratto in scadenza e non rinnovato, per molti addetti e moltissimi tifosi è il leitmotiv di prestazioni intermittenti. Per altri, il “pensiero” per il contratto è una sorta di scusa più che un problema per un giocatore che, a 30 anni compiuti, è rimasto, a sentir loro, un giocatore incompiuto. Anche in riferimento al “nemo profeta in patria” per le pressioni continue e la voglia di esser sempre protagonista, trova molti adepti tra coloro che lo hanno sempre sottovalutato e stimato poco e ritenuto un giocatore per niente decisivo tantomeno un campione.
Ma chi è il vero Lorenzo Insigne, giocatore e uomo che divide da una vita tifosi e addetti ai lavori? Chi è questo ragazzo, ormai uomo maturo, da una vita nel Napoli, numero 10 della Nazionale campione d’Europa, per il quale più di ogni altro giocatore o essere umano calza a pennello il mantra di Eduardo secondo cui gli esami non finiscono mai? Per noi, e a nostro sommesso avviso, Insigne è un signor professionista che in un calcio mediocre come quello attuale italiano è riuscito, nonostante un fisico tutt’altro che da atleta, a ritagliarsi con il suo estro e con pieno merito uno spazio importante nel panorama nazionale e del club dove è calcisticamente nato ed è tornato giovanissimo dopo aver affinato le sue doti con un maestro come Zeman prima a Foggia, poi a Pescara. E tuttavia per ora, essere il terzo goleador della storia del Napoli, dopo Mertens e Maradona, nonché il capitano della squadra, evidentemente non è sufficiente per essere degno di un “adeguato” rinnovo di contratto da parte della Società, pardon, del presidente Aurelio De Laurentiis. Anzi, il padrone del Napoli, gli ha proposto un ingaggio al ribasso – si dice 3,5 milioni lordi a stagione per quattro anni – rispetto ai quasi 5 attuali.
C’entra il Covid, c’entra la crisi che investe tutto il pianeta calcio con le eccezioni dei vari Raiola, Mendes e i Conte di turno? Non crediamo proprio. Anzi, diciamolo francamente, è una bufala vera e propria montata ad arte da coloro che sogliono fare gli equilibristi per comodità. Cerchiobottisti di professione. Un colpo al cerchio, a Pisacane e al suo assistito, e uno alla botte, e che botte, il padre padrone Aurelio De Laurentiis.
Lassù, a Lorenzo, qualcuno non lo ama, nessuna fatica a capire chi, e che soprattutto lo considera ormai un ingombrante “peso” da non sopportare più. Il ricordo di una notte in calce ad una insofferenza palesatasi con la proposta indecente da parte del Presidente: novembre 2019 e ammutinamento della squadra. Il tecnico Ancelotti va lo stesso in ritiro con lo staff, la squadra, senza pensarci due volte e, senza che il capitano si adoperi per scongiurare la ribellione, torna a casa. Volano pugni, parolacce e spintoni. Don Aurelio minaccia ritorsioni. Ancora in atto giudizialmente contro Allan e Milik e, di fatto, anche con Insigne con la indecente proposta di rinnovo. Lorenzo, che vorrebbe diventare con l’ultimo contratto importante in azzurro, almeno alle stesse cifre attuali, il re dei bomber e del Napoli e l’icona della squadra.
“Se ama davvero il Napoli dovrebbe accettare l’offerta del Presidente”. “Il presidente è un imprenditore e a un giocatore di quasi 31 anni che non può più essere un valore per il club la cifra offerta è proporzionata all’età e al suo valore tecnico”. Queste le campane di chi ritiene che sia Insigne a non voler più restare al Napoli. “Lorenzo ha dimostrato negli anni di essere un fior fiore di giocatore. Il contratto propostogli è una offesa alle sue qualità e al suo amore per la maglia che ha sempre dimostrato anche quando ha avuto qualche atteggiamento sbagliato”. Questi i rintocchi di coloro che in Insigne vedono l’icona azzurra e l’anima della città in squadra. Lorenzo il Magnifico insomma divide più che mai. Che ci siano stati club disposti a fare follie per lui abbiamo qualche riserva ma che da gennaio possa diventare un “affare” per diversi top club è fuori di dubbio. Il diretto interessato pensa solo a giocare e dare il massimo. Per dirla come Lorenzo il Magnifico: “Quant’è bella giovinezza, che si fugge tuttavia! chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza”, proprio come il futuro di Lorenzo il Magnifico da Frattamaggiore: non v’’è certezza. Oppure sì… Don Aurelio se n’è già fatta una ragione. Noi, onestamente, ancora no.

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l'Inter per 3-2. Azzurri in vantaggio con Zielinski ma si fanno rimontare dai padroni di casa, sul 3 a 1 entra Mertens che riapre la partita e sfiora il clamoroso pareggio allo scadere. Napoli: stop a San Siro, la squadra di...

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Torna l’allarme Covid in casa Napoli. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, dopo il consueto giro di tamponi della giornata di ieri,  Diego Demme sarebbe risultato positivo e attualmente asintomatico. Il centrocampista tedesco è già in isolamento...

Napoli-Verona, è ancora pari…

Napoli-Verona, è ancora pari…

Napoli-Verona è ancora pari al Maradona, al gol di Simeone risponde Di Lorenzo, non basta l'assedio del Napoli per scardinare la difesa avversaria. Napoli-Verona, è la partita del ritorno dei gruppi organizzati, almeno quelli della curva A, ma è anche la partita che...

Rimonta a Varsavia, 4 gol del Napoli per…

Rimonta a Varsavia, 4 gol del Napoli per…

Rimonta a Varsavia, 4 gol del Napoli per conquistare la vetta. Dopo il vantaggio dei padroni di casa con Emreli, nel secondo tempo Zielinski e Mertens la ribaltano su due calci di rigore, poi Lozano e un bellissimo gol di Ounas fissano il punteggio sull'1-4. Rimonta a...

Il derby lo decide Zielinski

Il derby lo decide Zielinski

Salernitana ko. Nonostante una prestazione non delle migliori da parte del Napoli, la decima vittoria è servita Derby che mancava da tantissimo in serie A, quella tra le due campane Napoli e Salernitana è una partita che presenta importanti riscontri per chi si...

Il Napoli riparte, Bologna ko

Il Napoli riparte, Bologna ko

Il Napoli riparte dopo il pareggio di Roma, Bologna ko sotto i colpi di Fabian Ruiz, gol bellissimo e Insigne, doppietta su rigore. Il Napoli riparte - Ripartire e riprendere la marcia vincente, questo è l'obbiettivo della serata dei ragazzi di Spalletti, il Milan con...

Magico Napoli otto su otto

Magico Napoli otto su otto

Magico Napoli otto su otto, il toro alla fine deve cedere alla furia di Osimhen che la risolve con uno stacco perentorio, azzurri a punteggio pieno dopo 8 giornate. Magico Napoli - Inizio della partita molto equilibrato, per l'ottimo schieramento tattico di entrambe...

Napoli, adesso infilza il Toro

Napoli, adesso infilza il Toro

Il match con i granata per continuare la serie positiva e magari allungare ancora sulle inseguitrici A caccia dell’ottava meraviglia, il Napoli, nell’arena del Maradona cercherà di matare un Toro sempre difficile da battere. È ancora vivo il ricordo della partita...

Prima caduta per il Napoli di Spalletti

Prima caduta per il Napoli di Spalletti

Prima caduta per il Napoli di Spalletti, al Maradona gli azzurri non riescono, in dieci, a contenere lo Spartak Mosca, finisce 2-3 ma tutto è ancora possibile. Prima caduta - Ottima partenza per il Napoli che impiega solo 11 secondi per passare in vantaggio,...

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari finisce 2 a 0, azzurri nuovamente primi in classifica e sesta vittoria consecutiva su sei giornate di campionato, Osimhen la sblocca poi è lui stesso a procurarsi il rigore nel secondo tempo, trasformato da Insigne per il 2 a 0 finale. Napoli Cagliari...

Napoli: che sorpresa!

Napoli: che sorpresa!

Grande inizio di stagione. E i tifosi tornano a seguire la squadra con passione Dopo appena cinque giornate di campionato è pericoloso azzardare pronostici soprattutto in chiave partenopea, ma in generale si può affermare che le previsioni della vigilia secondo cui la...

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Sampdoria, Osimhen incontenibile firma una doppietta, doppio assist di Insigne e Lozano, Ruiz raddoppia mentre il sigillo è di Zielinski. Cinque vittorie su cinque e azzurri primi a punteggio pieno. Poker bis - Seconda vittoria...

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te