Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

da | Nov 12, 2021 | Cultura&Spettacolo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo voce, si è arricchita della presenza di Alessandro Tumolillo, violinista tra i più virtuosi sulla scena partenopea. Il repertorio degli Alma, canzoni dei maestri Pino Daniele ed Eduardo de Crescenzo, con cui Guarracino e D’Angelo hanno collaborato in passato, ha ripercorso le tappe della carriera dei due grandi musicisti napoletani. Tutti titoli che restano nel cuore, come “Sarà così”, “E la musica va”, “Io so pazzo”, “Quando”, la canzone preferita dal compianto Diego Armando Maradona, “Yes I know”, “Io sto vicino a te”, “Mani”, e un loro inedito, “Mi basta così”. Un’ora e mezza di musica particolarmente apprezzata dal pubblico presente, che ha gustato le prelibatezze create dallo chef Antonio Lequile e dalla sua brigata. In sala la professionalità del direttore Pietro Topo coadiuvato da uno staff di camerieri e barman di prim’ordine, la cui gentilezza e bravura non è passata inosservata. La serata è stata presentata da Cristina Del Grosso.

Questo connubio, musica e alta cucina, sarà un appuntamento fisso del giovedì de Le Stanze. Una kermesse fortemente voluta dal proprietario Giuliano Napoliello con la collaborazione del direttore artistico Bruno Del Grosso. E una programmazione da qui ai primi di dicembre particolarmente ricca con la presenza di Federica Cardone e il suo swing, il trio Enzo Anastasio, sassofonista, Federico Luongo alla chitarra, e Grazia Balzano voce, col loro blues partenopeo, sino a Tonia Madonna e gli Zero Db tra bossa nova, musica italiana e dance dagli anni ’70 in poi.

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto),...

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

“Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?”: in distribuzione il prezioso e quanto mai attuale e utile volume instant-book di Academ editore, con le risposte alle tante e complesse domande sull’emergenza sanitaria in corso e le gravi implicazioni...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te