Galleria della Vittoria, il regalo di Natale

da | Ott 27, 2021 | Primo piano

Potrebbe essere il vero regalo di Natale per tutti i napoletani, la riapertura della galleria della Vittoria. L’infrastruttura, chiusa da oltre un anno, ha rappresentato uno dei temi trainanti della campagna elettorale. Per gli automobilisti è una sorta di incubo e ossessione. Adesso il suo futuro potrebbe essere a tinte meno fosche. Uno spiraglio di luce si intravede dopo il consulto e il sopralluogo tenutosi all’interno del cantiere tra il sindaco Gaetano Manfredi, l’assessore alle infrastrutture Edoardo Cosenza e il responsabile dell’ANAS Campania Nicola Montesano. Il tunnel fu chiuso dopo il cedimento e il distacco di una parte della volta di ingresso. L’infrastruttura rappresenta un nodo fondamentale per la viabilità cittadina e la prolungata indisponibilità ha determinato, in questi mesi, gravissimi contraccolpi sul traffico. La recente storia della galleria, che collega via Acton col Chiatamone, inizia nella notte tra il 23 ed il 24 settembre 2020 con il cedimento di una parte della parete lungo la corsia in direzione via Arcoleo.

Un problema determinato anche dalle forti piogge e le conseguenti infiltrazioni d’acqua. Il Comune di Napoli adottò subito un dispositivo di traffico per fronteggiare l’emergenza. Le conseguenze sul traffico cittadino, però, sono state drammatiche fin dai primi giorni. La mazzata finale arrivò quando la Procura di Napoli, sulla base delle relazioni dei suoi periti i quali avevano ravvisato il rischio di ulteriori e più gravi dissesti, sequestrò il tunnel. A gennaio il Comune chiese il dissequestro. Il gip, però, bocciò l’istanza. Dopo quattro mesi arrivò finalmente il dissequestro, con conseguente affidamento all’Anas, da parte della giunta de Magistris della gestione ed l’esecuzione degli interventi di rifacimento e recupero. Adesso il nuovo sopralluogo e una nuova luce di speranza.
“Il cronoprogramma si sta rispettando, i lavori stanno procedendo secondo quello che si era previsto, è chiaro che dobbiamo sempre ricordare ai cittadini che la riapertura della galleria è fatta di due fasi, completamento delle opere che sono state previste e poi la valutazione da parte dell’autorità giudiziaria del completamento dei lavori e quindi il successivo dissequestro”, ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, a margine della visita. “Alla fine di questo percorso – ha spiegato il primo cittadino – saremo in grado di restituire la galleria ai napoletani e potremo finalmente ridurre i disagi che i tanti cittadini hanno sopportato in questi lunghi mesi. Noi ci auguriamo – ha concluso – che dicembre sia il mese giusto”.

È probabile quindi che dovranno trascorrere ancora alcune settimane prima dell’ultimazione degli interventi. L’auspicio è che la riapertura possa avvenire entro la fine dell’anno. Prima che auto e moto possano nuovamente percorrere la galleria bisognerà comunque aspettare che la Procura di Napoli proceda con il dissequestro dell’area.

Una Cittadella universitaria da Oscar

Una Cittadella universitaria da Oscar

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: straordinario successo ai David di Donatello 2022 per i “Grandi Maestri” del Cinema dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Si può ormai definire una formazione accademica ‘da Oscar’ quella dell’Università Suor Orsola...

E ora il “branco” va in spiaggia…

E ora il “branco” va in spiaggia…

Non bastava la mala-movida. Ancora gravi i due minorenni accoltellati a Marechiaro. Il mare negato Non bastava la mala-movida notturna, adesso con l’arrivo della bella stagione c’è da fronteggiare anche la violenza collegata all’afflusso alle località balneari,...

Napoli, il futuro è da inventare

Napoli, il futuro è da inventare

Il terzo posto non può diventare il punto di arrivo per una società ambiziosa e per tifosi appassionati Sarà il Milan o l’Inter a fregiarsi del triangolino tricolore ai tifosi del Napoli interessa poco. La delusione, nonostante il terzo posto e la qualificazione...

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: ben 12 nomination ai “Grandi Maestri” dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Questa sera (diretta su Rai Uno dalle 21.25) negli studi di Cinecittà per la cerimonia di premiazione della 67esima edizione dei David di...

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

di Federico Marazzi * In Campania l’eccellenza della formazione è all’Università Suor Orsola Benincasa Immaginate di vedere per la strada un’auto d’epoca, esteticamente affascinante, capace di ottime performances, ma a prezzo di consumi di carburante decisamente...

Come tutelare il nostro “oro blu”

Come tutelare il nostro “oro blu”

Iniziativa per la candidatura Unesco delle acque sorgive del Golfo a “patrimonio dell'Umanità”. I dati, le ipotesi “Facile aprire il rubinetto ed avere a disposizione una delle acque più pregiate, più controllate d’Italia. Ma ciò richiede un grosso sforzo tecnico, una...

Calcio, l’Italia s’è persa

Calcio, l’Italia s’è persa

Come ripartire dopo la delusione della Nazionale Riparte il campionato e sarà volata tutta d’un fiato fino al 22 maggio quando conosceremo l’esito del torneo più incerto ed emozionante da 10 stagioni a questa parte. Si riparte con gare importantissime ai fini della...

La figuraccia di Milano e l’esempio di Napoli

La figuraccia di Milano e l’esempio di Napoli

Il direttore d’orchestra russo Valery Gergiev cacciato dalla Scala di Milano solo perché non ha accettato l’imposizione di dire due parole contro Putin e contro la sua guerra prima di un’esibizione. Un corso sul grande scrittore russo Fedor Dostoevskij annullato alla...

La stazione che fa acqua da tutte le parti

La stazione che fa acqua da tutte le parti

Metropolitana, Salvator Rosa tra secchi di plastica e “portoghesi”. Una vergogna continua Il battagliero consigliere comunale Nino Simeone ne ha fatto, giustamente, un caso. Non si è mai visto, da nessuna parte al mondo, che per collaudare treni nuovi da immettere in...

Napoli, via Domenico Fontana: residenti in pericolo

Napoli, via Domenico Fontana: residenti in pericolo

È da venerdì 18 marzo che in via Domenico Fontana, all’altezza del civico 115, tra l’ingresso pedonale della Parrocchia di Santa Maria Antesaecula e l’accesso alto del Parco Montedonzelli, staziona un “senza fissa dimora”. Per quanto commossi dal senso di Pietas e dal...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te