“Ars Scholae, sed Vitae”, fino al 28 ottobre a Barra il Mini Festival delle arti

da | Ott 22, 2021 | Cronaca

Si concludono questa settimana le attività di “Ars Scholae, sed Vitae!”, a cura dell’I.C. Madre Claudia Russo – Solimena con il Mini Festival delle arti, output finale che si sta tenendo dal 21 al 28 ottobre presso l’Auditorium della scuola di Barra, riqualificato con interventi di manutenzione nell’ambito del progetto.  

Il programma, che ha coinvolto studenti della primaria e secondaria, è realizzato in collaborazione con le associazioni Gioco Immagine e Parole, Cittadinanza attiva per la Barra, Nuvole di Ardesia, Fondazione Pietà de’ Turchini, con il Comune di Napoli e con l’esperto culturale dott. Alessio Ferrara. 

Il progetto ha previsto l’attivazione di diversi percorsi che hanno avuto un unico filo conduttore: l’arte nelle sue molteplici e multidimensionali sfaccettature. Tra gli obiettivi raggiunti, la trasformazione e riqualificazione di uno spazio scolastico, l’auditorium, in luogo d’incontro e confronto culturale, dove la creatività dei cittadini trovino spazio di espressione e le diverse generazioni possano incontrarsi. 

Musica, cinema, fotografia: tante le attività che hanno animato l’istituto scolastico in questi mesi con laboratori di linguaggi espressivi, percorsi alla scoperta del patrimonio culturale tra le Ville Vesuviane della VI Municipalità e il concorso per giovani fotografi dal tema “2020: un nuovo sguardo sul mondo”. La multidisciplinarietà trova realizzazione dal 21 al 28 ottobre nel vasto programma del Mini Festival delle arti che coinvolgerà gli alunni e le famiglie e comprende: la mostra “Fotografi in erba”, esposizione degli scatti dei giovani alunni, Bus Theater, lo spettacolo “All’ombra di un grosso naso” della compagnia Il Teatro nel Baule, la rievocazione storica in costumi d’epoca a Palazzo Roomer, una rassegna di corti realizzati da giovani artisti, la proiezione dello spettacolo “Albino e Plautilla” di Talenti Vulcanici e il concerto “E’ succieso stammatina….” di “Alle volte… band” con la partecipazione di Barbara Lombardi alla tammorra. Il Festival si concluderà il 28 ottobre con l’inaugurazione del rinnovato Auditorium dell’I.C. Madre Claudia Russo – Solimena e l’intitolazione ad un ex alunno della scuola prematuramente scomparso, anche alla presenza di delegazioni straniere presenti nell’Istituto nell’ambito di un progetto Erasmus Plus. 

 “Ars Scholae, sed Vitae” è stato realizzato nell’ambito del Piano Cultura Futuro Urbano – avviso pubblico per il finanziamento di progetti finalizzati alla rigenerazione urbana attraverso la realizzazione di attività culturali e creative  “Progetto Scuola Attiva la Cultura” promosso dal MIC – con l’obiettivo di valorizzare il ruolo della scuola proponente come presidio culturale, istituzionale e sociale, partendo dalla consapevolezza che l’istituzione scolastica possa svolgere una funzione propulsiva attraverso un’azione sinergica con le altre risorse presenti sul territorio. 

L’Istituto capofila 

L’istituto Comprensivo Madre Russo-Solimena insiste sul territorio di Barra, VI Municipalità del Comune di Napoli, e si compone di due plessi scolastici separati dal Parco della Villa vesuviana Salvetti. La scuola accoglie una platea eterogenea, che rappresenta la complessità del quartiere in cui l’istituto opera. L’impegno quotidiano viene profuso prioritariamente per portare e/o riportare i giovani a scuola, cercando di prevenire e contrastare la complicata gamma delle forme di disaffezione e allontanamento dal contesto scolastico, che si concretizzano spesso in inadempienza e dispersione scolastica. Molte famiglie sono difficili da agganciare, per un rapporto di collaborazione e di lavoro congiunto, e ciò rende molto più difficoltosa la riuscita su allievi/e demotivati e senza alcuna aspirazione per il proprio futuro. Per questo motivo è andata consolidandosi nel tempo una sinergia con le migliori risorse del territorio per creare un ventaglio di opportunità esperienziali, soprattutto attraverso i linguaggi universali dell’arte.

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

Fondata nel VI secolo a.C. Napoli vanta una storia particolarmente antica ed è infatti tra le città più antiche del pianeta. Molti dei suoi monumenti storici sono impressionanti e ben conservati, tra cui la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Gravina e il...

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Il progetto sarà presentato domani lunedì 6 giugno, alle 17,30, presso The Spark in piazza Borsa. Si tratta di un'iniziativa che si inserisce nella guerra al melanoma - il tumore killer della pelle - e all'inquinamento del mare. E' stata messa a punto da Marevivo e da...

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Il rettore Lucio d’Alessandro ha subito annunciato un tributo concreto all’ex presidente del Consiglio che è stato tra i padri fondatori della Scuola di Alti Studi Politici dell’Ateneo napoletano Dal politico come medico al ragionamento sempre aperto al dubbio ed al...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te