Hirohito, l’esploratore e quel granchio gigante. Passa per la cultura il legame tra Napoli e il Giappone

da | Ott 7, 2021 | Primo piano

Napoli e il Giappone: un legame che passa anche attraverso  “L’Orientale”, il più antico centro di sinologia e orientalistica  d’Europa, e attraverso la rete di relazioni di questa università  (il professor Giorgio Amitrano, ordinario di Lingua e letteratura giapponese nonché traduttore di  Murakami e di Banana Yoshimoto,  vissuto per anni a Tokyo, è tra i pochi italiani insigniti dell’onorificenza dell’Ordine del Sol Levante). Napoli  e la città giapponese Kagoshima (simili per lo skyline e per il clima) sono gemellate da sessant’anni… Al Museo archeologico nazionale si è appena conclusa – in collaborazione con l’associazione “L’altro Giappone” – una rassegna sul Paese del Sol Levante (e già si progetta una importante rassegna  del Mann  a Tokyo nel 2022).

Un rapporto solido, animato dalla reciproca ammirazione per le rispettive culture.

Particolare rilevanza storica rivestì, cento anni fa, la visita a Napoli del principe ereditario Hirohito che,  dopo un viaggio di sei mesi con visite di Stato nelle capitali europee,  volle  assolutamente conoscere la nostra città  come turista, prima di ripartire per il suo Paese (dove di lì a poco sarebbe diventato imperatore)…  Ne abbiamo già parlato il 29 aprile scorso, ma ecco altri particolari inediti, rivelati su storiedinapoli.it dallo scrittore Federico Quagliuolo, che ci consentono di ricostruire quei  giorni.

Hirohito arrivò a Napoli in treno  Il 17 luglio 1921, il sindaco era Alberto Geremicca  che in poco tempo riuscì a organizzare un’accoglienza all’altezza della situazione. A riceverlo, il duca di Spoleto. Per la parata al corso Umberto,  fu la famiglia Maffettone a prestare la più bella carrozza a cavalli della città. Il giovane Hirohito volle assolutamente conoscere l’ingegnere esploratore Umberto Nobile (tra i primi nella storia a raggiungere, con una trasvolata in dirigibile, il Polo Nord)  e durante la visita alle industrie aeronautiche a Capodichino incontrò pure Francesco De Pinedo, altro leggendario aviatore.  In cacciatorpediniere si recò a Torre Annunziata e a Torre del Greco per visitare  le fabbriche  di lavorazione del corallo e da qui, in automobile, a Pompei.  Poi una puntata a Capri dove però, causa mare agitato, non riuscì a visitare la grotta azzurra…

Ripartì in nave da Napoli dopo tre giorni, il 19 luglio, carico di meraviglie e di “ricordi dolcissimi” come poi avrebbe rivelato  egli stesso nel 1984 ad Alfonso Maffettone, corrispondente dell’Ansa da Tokyo,  unico giornalista ad essere stato mai ricevuto nel Palazzo imperiale. Maffettone gli aveva donato delle foto della visita a Napoli che erano state scattate dal nonno (proprietario della carrozza per la sfilata al Rettifilo). Hirohito non aveva alcuna immagine di quella visita  a Napoli perché i fotografi giapponesi, una volta concluso il viaggio ufficiale, se n’erano andati…  e gradì molto quel “pensiero“ che gli ricordava la sua gioventù.

Nel 1921 tra gli accompagnatori di Hirohito c’era l’ammiraglio Isoroku Yamamoto  (che nel 1941 avrebbe organizzato l’attacco di Pearl Harbor). Furono elargite onorificenze al sindaco Geremicca. E alla città di Napoli, il dono di un granchio gigante, esemplare rarissimo di un crostaceo che vive nelle acque del Pacifico (Hirohito era appassionato di biologia marina). Un dono di valore. Dopo cento anni, quel granchio è ancora esposto in bella vista nel Museo di scienze naturali della facoltà di Zoologia della Federico II.

Maresca: “Scelgo l’impegno”

Maresca: “Scelgo l’impegno”

L’ex candidato sindaco a capo dell’opposizione è da poco tornato a rivestire anche il ruolo di giudice Dopo la sconfitta alle amministrative di Napoli il magistrato Catello Maresca è da poco rientrato in servizio con funzione di giudice di Corte d’Appello a...

Da gennaio inizia lo sprint finale

Da gennaio inizia lo sprint finale

Le due ultime partite di andata contro Milan e Spezia possono rilanciare gli azzurri in vista del ritorno Dopo 17 giornate l’attuale classifica del massimo campionato crea non poco disagio e scompiglio nella testa di coloro che, addetti ai lavori, giornalisti e...

Filiali chiuse, disagi per i correntisti

Filiali chiuse, disagi per i correntisti

Ridotte le sedi di Intesa San Paolo. Difficile anche “raggiungere” le postazioni per i prelievi di contante “La banca” ormai è distante e prelevare soldi col bancomat è diventata una impresa, con maggior rischio - rientrando verso casa - di essere rapinati. Una...

“Sbagliato rimuovere le luminarie al Vomero”

“Sbagliato rimuovere le luminarie al Vomero”

A colloquio con Nino Simeone, presidente della Commissione che dovrà occuparsi anche dell’arredo urbano È un figlio d’arte, il padre, Carmine Simeone è stato a lungo protagonista della vita politica cittadina tra le fila del partito socialista. Nino Simeone ha...

Quell’albero pericoloso  in piazza degli Artisti

Quell’albero pericoloso in piazza degli Artisti

A vederlo fa davvero paura. Basta sollevare gli occhi al cielo per accorgersi di quanto sia alto e fronzuto. Svetta nel pieno di piazza degli Artisti, un luogo frequentatissimo. Guardandolo da lontano e da vicino se ne ricava netta la sensazione di imminente pericolo....

E ora Adl metta mano al portafoglio

E ora Adl metta mano al portafoglio

Il Napoli, a dispetto di quanto sostiene Spalletti, presenta gravi lacune di organico in difesa Il Napoli negli anni scorsi (gestione De Laurentiis) per ben quattro volte si è piazzato al secondo posto e due volte ha conquistato il titolo di campione d’inverno. In...

È un’Italia da rifondare

È un’Italia da rifondare

La delusione per la mancata qualificazione fa rivivere periodi bui come l’esclusione ai Mondiali russi Lettori manzoniani, tifosi di calcio potrebbero chiedersi: “Fu vera gloria?”. Sembra passato un secolo dall’Europeo vinto a luglio. E la sentenza, purtroppo, non...

Femminicidio, serve una legge

Femminicidio, serve una legge

Appello del padre di Ornella Pinto al Capo dello Stato: “Norme specifiche ed efficaci” Nella notte tra il 12 e il 13 marzo una professoressa di 39 anni, Ornella Pinto, fu massacrata a coltellate nel sonno dall’ex compagno Pinotto Iacopino, 43 anni, mentre il loro...

Napoli nella top ten dei comuni più social d’Italia

Napoli nella top ten dei comuni più social d’Italia

È stata presentata ieri l’indagine di FPA sull’utilizzo dei social network in 107 comuni capoluogo che ha preso in esame una serie di indicatori per valutare l’efficacia della comunicazione social delle maggiori città italiane. In particolare, la ricerca ha...

Screening gratuiti, al Vomero il Camper della Salute

Screening gratuiti, al Vomero il Camper della Salute

Da questa mattina al Vomero a piazza degli artisti fino alle 18 il Camper della Salute dell’ASL Napoli 1 Centro offre gratuitamente, e senza prenotazione, visite ed esami per la prevenzione di eventuali patologie tumorali con la partecipazione di medici esperti del...

Galleria della Vittoria, il regalo di Natale

Galleria della Vittoria, il regalo di Natale

Potrebbe essere il vero regalo di Natale per tutti i napoletani, la riapertura della galleria della Vittoria. L’infrastruttura, chiusa da oltre un anno, ha rappresentato uno dei temi trainanti della campagna elettorale. Per gli automobilisti è una sorta di incubo e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te