De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

da | Set 25, 2021 | Cultura&Spettacolo

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali

L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto), artisti del Teatro San Carlo, stanno riscuotendo un grande successo con lo spettacolo concerto “Atmosfere da Sogno”, proposto già il 10 agosto scorso presso il Castel Dell’ Ovo, per l’Estate a Napoli 2021, con sold out ed entusiasmante consenso di pubblico. Lo spettacolo viene ora riproposto il 27 settembre alle ore 20.30 nel cuore del centro storico di Napoli, presso il sagrato del Chiostro di San Domenico Maggiore per la Rassegna “Estate a Napoli Do Maggiore”, organizzata e voluta dall’assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Concerto spettacolo, ideato dall’associazione Culturale Noi per Napoli, interazione, connubio e dialogo tra lirica, teatro ed arte circense in un’atmosfera sognante in cui verranno interpretate le più belle romanze da salotto dell’800, d’opera, operetta e classici napoletani, introdotte da pagine teatrali con la novità assoluta della cornice di numeri acrobatici di artisti circensi, uno spettacolo adatto ad un pubblico di piccoli e grandi!


Il cast musicale è composto dal soprano Olga de Maio, dai tenori Luca Lupoli e Lucio Lupoli, dalla voce narrante dell’attore di “Un Posto al Sole” Giovanni Caso, era sulle arpe di Gianluca Roviniello, dalla pianista Nataliya Apolenskaja, da Ivano Grimaldi al violino.

Il circo sarà rappresentato dalla gran classe di Nicole Martini, vincitrice di numerosi premi, tra i quali quello del Festival delle Arti, manifestazione a firma de Maio Lupoli, circense pura proveniente dal circo di famiglia, Madagascar Orfei, gran bella realtà italiana, rappresentata da Tamara Bizzarro, manager ed artista circense a sua volta di familiare tradizione e gli artisti del Circo Weiss con Maria Weiss e Viktor Vitàris.
Sempre dal belcanto e dall’ottimo connubio con l’arte di Bacco, per esaltare e celebrare la bellezza della musica, della natura e dei suoi prodotti, nasce l’idea di designare il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, “testimonial” della nota Azienda campana, produttrice di vini doc, “Terra di Briganti”. Situata a pochi chilometri da Benevento, sulle colline di Casalduni, con vista sul massiccio del Taburno, al centro di un crocevia di località, Pagliaia di Contrada Colli, Contrada Fontana Greca e bosco ferrarese, luogo di sosta e riposo dei briganti, negli anni dell’Italia unitaria, da qui il nome, è un’ azienda a conduzione familiare di antica e tradizionale generazione di esperti coltivatori dediti da sempre al culto della natura ed all’amore per i frutti della terra.


Il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli lanceranno quindi per i prossimi loro concerti, spettacoli ed eventi, sui loro canali social, web, tv, una tiratura limitata personalizzata di questi gioielli enologici, anche attraverso il sito dell’associazione Culturale Noi per Napoli (https://noipernapoli.it/), sul quale sarà poi possibile conoscerli ed acquistarli, il cui ricavato sarà utilizzato, secondo le finalità statutarie, per beneficenza a favore delle organizzazioni umanitarie per i senzatetto. I due artisti quindi, in linea con le finalità dell’associazione che rappresentano, continuano instancabilmente, con rinnovato impegno ed abnegazione la loro mission, promuovendo la diffusione della cultura, dell’arte, della musica, del belcanto attraverso la valorizzazione delle risorse del territorio campano e dei suoi siti storici, innestata sempre nell’aspetto e nell’ottica della solidarietà.

Altra iniziativa di rilievo dei due noti artisti della storica associazione culturale Noi per Napoli è “Cantando con Caruso “, titolo dell’ultimo video lanciato sul canale Youtube, LucalupolitenoreOlgaeMaiosoprano, realizzato come Omaggio tributato al più grande tenore napoletano di tutti i tempi, Enrico Caruso, di cui quest’anno ricorre il centenario della morte, avvenuta il 2 agosto 1921. Già in passato avevano dedicato uno spettacolo al grande mito canoro partenopeo, Enrico Caruso la Voce dei due Mondi, raccontando attraverso l’intreccio narrativo teatrale e le loro interpretazioni musicali del repertorio carusiano, la sua biografia, realizzato nei maggiori teatri di Napoli e della Campania con grande successo, hanno voluto ora proporre un’interpretazione in “trio” di una delle più famose ed immortali canzoni napoletane che il grande Caruso consacrò alla fama mondiale con la prima registrazione discografica con la Victor il 5 febbraio 1916, O Sole mio della coppia Capurro Di Capua.
Un virtuale e magico intreccio ed alternanza delle tre voci che evocano atmosfere, calore e passioni dell’età d’oro del belcanto partenopeo diffuso in tutto il mondo grazie appunto alla fama della prima star discografica internazionale della canzone classica napoletana.

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Oggi, lunedì 28 febbraio e martedì 1 marzo alle ore 15 e 17 e domani, domenica 27 febbraio, alle ore 10, 12, 15, 17 va in scena l’insolita esperienza di fruizione museale, ideata e realizzata da Le Nuvole con Casa del Contemporaneo e la collaborazione della direzione...

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te