La pandemia e il ritratto di una società in crisi nella visione artistica di Luigi Calì

da | Lug 28, 2021 | Cultura&Spettacolo

di Eleonora Belfiore

In tempo di pandemia, l’arte chiede una nuova identità e reclama quello spazio che le è stato negato per anni, sollecitando importanti riflessioni sulla nostra società e invitando a un cambiamento non più procrastinabile.
Anche Luigi Calì, artista partenopeo di fama internazionale, ha risposto con generosità a questa sorta di ʻʻchiamata alle armiʼʼ.
Da anni impegnato nel sociale, il pittore ha esposto nelle sale interne del Gran Caffè Gambrinus (dove era presente anche un’opera del collega Bruno Ciniglia) “Urlo sordo”.
Lʼesposizione pittorica ha dato dunque valore aggiunto alla bella presentazione del libro “Pandemia Seconda Ondata: rabbia e confusione – La sfida di Pulcinella” di Angelo Iannelli, edito da Albatros Edizioni.
“Urlo sordo” riesce a sintetizzare con mirabile sintesi e pathos la sensazione angosciante, al contempo collettiva e personalissima, che stiamo vivendo e che diventa la metafora visiva dei tanti perché che restano irrisolti, della solitudine, mai così presente come nell’era della globalizzazione, che ci attanaglia, delle trappole e delle gabbie che ci costringono e ci trascinano in un abisso senza fine. E infine, racconta di quello scatto eroico e disperato che non ci abbandona mai, mettendo in evidenza quel naturale istinto di sopravvivenza che, chissà, tenta di condurci verso la salvezza.
La tela rappresenta lʼapoteosi di una stagione creativa, dal taglio fortemente introspettivo, iniziata con le “Sette opere di non misericordia”,.
Anche il titolo di questo ciclo pittorico pone l’accento sulla luce e sulle tenebre che avvolgono il cuore umano.
Un omaggio sentito e toccante all’arte immaginifica di Caravaggio.
E non è un caso che in questa lungimirante analisi sul nostro tumultuoso tempo, nell’epoca dell’indifferenza e della bulimia dei sentimenti a uso e consumo di un clic, Luigi Calì sia partito dalle suggestioni di Caravaggio, lʼartista maledetto per eccellenza, che visse le ansie, le speranze e le disillusioni di un periodo storico contraddittorio e complesso.
Al centro di questo ciclo, la figura di Cristo, sofferente sulla croce, che stringe idealmente a sé le persone in difficoltà, gli oppressi, gli emarginati, i torturati, le vittime di ogni forma di violenza, le donne che vengono abusate e umiliate, gli animali che soffrono a causa dei cambiamenti climatici causati dalla mano feroce di altri uomini.
Nelle opere di Luigi Calì scorre così la forza di Pollock, l’essenzialità del tratto dei manga più sofisticati,  il segno di Basquiat e quello non meno complesso di Vettriano, i moniti degli artisti della Land Art, le ambientazioni di Hopper e le sperimentazioni coraggiose di Kandinsky. Infine, l’eco della lezione dei grandi artisti del passato, reinventati e mai meramente copiati.
Come si conviene al grande gioco dell’Arte, che abbraccia la vita e il suo divenire oltre la bidimensionalità della tela.
San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

Il Gran Concerto di Capodanno

Il Gran Concerto di Capodanno

Musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi al Teatro delle Palme Il Gran Concerto di Capodanno: tra musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in allegria e spensieratezza. Il primo gennaio 2022, alle ore...

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te