“Il Mann e lo Zoo di Napoli in rete per la mostra Gladiatori”, il dissenso degli ambientalisti: “Accostamento improprio”

da | Lug 15, 2021 | Cronaca

Il Circolo metropolitano di Napoli dell’Associazione Nazionale di Protezione Ambientale V.A.S. (Verdi Ambiente e Società) esprime un giudizio negativo sull’iniziativa “Il MANN e lo Zoo di Napoli in rete per la mostra Gladiatori”, presentata sul sito dello stesso Museo e pubblicizzata ampiamente anche dai quotidiani e dai media locali.
«Abbiamo sempre apprezzato moltissimo le iniziative culturali poste in essere dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, diretto dal dott. Giulierini, finalizzate anche a creare una rete virtuosa di agenzie che valorizzino e promuovano il patrimonio artistico e storico di Napoli – ha dichiarato il Portavoce di V.A.S. Napoli, Ermete Ferraro – ma, nel caso della recente ‘partnership’ tra il MANN ed il Giardino Zoologico di Napoli non possiamo che disapprovare, come ambientalisti, l’improprio accostamento tra la bella mostra relativa ai ‘gladiatori’ ed una realtà che ha ben poco a che vedere con l’educazione ad un corretto rapporto uomo-animali» .
 L’associazione V.A.S. si è sempre espressa negativamente nei confronti d’istituzioni vetuste e discutibili come i giardini zoologici, sia pur ristrutturati e ‘modernizzati’, che non rivestono valenza scientifica e formativa, soprattutto per i più giovani, non rispecchiando affatto la realtà biologica e comportamentale degli animali ospitati, dei quali peraltro non rispettano la dignità ed il diritto ad un’esistenza libera nel proprio habitat naturale.
Sconcerta pertanto quanto affermato dal Direttore del MANN, secondo il quale: “Gli animali felici sono l’unico spettacolo della natura che vorremmo vedere. Per questo, MANN e Zoo di Napoli hanno deciso di parlarne, raccontando l’evoluzione del rapporto uomo-animale dal mondo antico ai nostri giorni. […] Conoscerli anche attraverso la zoologia significa promettere che, anche per loro, certe vicende di cattura e carneficina non devono accadere mai più”.
Ma gli esemplari presenti negli Zoo, compreso quello di Napoli, non sono per nulla “animali felici” né modelli di rapporto ecologicamente valido tra loro e chi continua a tenerli in ‘esposizione’ in gabbie o spazi incompatibili con la loro natura.
«Sebbene l’ing. Floro Flores decanti lo Zoo di Napoli come istituzione dedita alla “conservazione, ricerca e educazione” – prosegue Ferraro – è davvero difficile far credere che gli animali che si ‘visitano’ in quella struttura siano davvero ‘felici’ e, soprattutto, che chi vi si reca ne esca più ‘educato’ ad un corretto rapporto con gli ‘altri animali’ ed a sani valori ecologici. L’approfondimento sul valore “mitico e simbolico” delle ‘venationes’ degli antichi Romani, auspicato dal dott. Giulierini, inoltre, non trae alcun valore aggiunto dalla collaborazione tra il Museo Archeologico e lo Zoo, che appare quindi una discutibile operazione d’immagine».
Gli ambientalisti di V.A.S. Napoli contestano che questa insolita collaborazione sia “un itinerario ad hoc per scoprire alimentazione e vita delle antiche fiere, apprendendo come rispettare il mondo animale” ed invitano dunque la Direzione del MANN a rivedere tale posizione.
Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te