Alla “Tucci” un carteggio inedito tra due giganti del giornalismo

da | Lug 7, 2021 | Cultura&Spettacolo, Primo piano

L’emeroteca ai tempi del web – 1

Quando la corrispondenza introduce  dietro le quinte della storia. Un carteggio inedito tra  Mario Missiroli e Floriano Del Secolo, due giganti del  giornalismo del  Novecento,  sarà in mostra  fino a settembre all’Emeroteca Tucci (insieme con decine di  quotidiani e riviste  ai quali i due intellettuali collaborarono e ai loro libri): evento inaugurato con un convegno nel corso del quale i professori Emma Giammattei ed Ernesto Mazzetti  – introdotti  dal presidente dell’Emeroteca, Salvatore Maffei – hanno tracciato il profilo dei due personaggi le cui storie si intrecciano con le terribili vicende del “secolo breve”.

Le lettere (trentacinque lettere, donate da un collezionista che preferisce restare anonimo) come chiavi d’accesso alle vicende biografiche ed  emotive  degli scriventi, fonti storiche preziosissime proprio per il loro carattere di riservatezza.

Figura problematica quella del bolognese Missiroli (1886-1974), con  una fase di interesse per il fascismo,  anche se per il resto l’orientamento anti-mussoliniano gli causò non pochi problemi (Missiroli inoltre salvò parecchi colleghi dalla cattura intervenendo presso gli occupanti tedeschi).  Apprezzato da Giolitti per l’indipendenza di giudizio. Colto e aperto al confronto delle idee, fu direttore di quattro quotidiani (Il Resto del Carlino, Il Secolo, il Messaggero, Il Corriere della Sera) sui quali ospitava scrittori di differenti orientamenti. Negli anni  Cinquanta a Napoli frequentava Enrico de Nicola.

Caratterizzata da rigida coerenza la personalità di Floriano del Secolo, originario della Basilicata (1877-1949). Allievo del Carducci, amico di Giustino Fortunato  e di Benedetto Croce. Intensa attività giornalistica e saggistica. Caporedattore del “Pungolo” e poi del “Giorno” di Matilde Serao.  Nel 1918 direttore de “Il Mezzogiorno”. Docente di lettere alla “Nunziatella”,  ne fu espulso per essersi rifiutato di prestare giuramento allo Stato fascista . Nel 1944 direttore del “Risorgimento”, il primo quotidiano della Napoli liberata. Di formazione liberal-democratica,  nel 1948 fu eletto al Senato col Fronte democratico popolare. Al congresso nazionale della Stampa del 1924 presentò  un documento nel quale si affermava “l’esercizio libero e democratico della stampa quale bene morale e civile irrinunciabile”.

Le lettere  come fonti storiche che  delineano anche i caratteri,  oltre al ruolo delle reti  amicali nella vita dei singoli. Il prezioso carteggio esposto alla Emeroteca “Tucci” – nel Palazzo delle Poste  in piazza Matteotti  – va dal 1906 al 1930. Nelle prime lettere,  Missiroli scrive “Caro Professore” perché Del Secolo  aveva già, alla Nunziatella, la cattedra ch’era stata del De Sanctis; e nel congedarsi,  usa espressioni come “Mi creda suo affezionato” oppure “Mi saluti Benedetto Croce e si ricordi di me”.  Quattro anni dopo, divenuto da un anno  redattore del “Resto del Carlino”, essendo il braccio destro di Mastellari, maggior azionista del giornale, Missiroli scriverà: “Caro Floriano, ebbene? Vedesti l’amico? Io e Mastellari attendiamo”,  martellando affinchè convincesse una grande firma del “Mattino” a trasferirsi a Bologna.

 Oltre alle lettere, esposti  altri documenti frutto di intensa attività di  ricerca e studio di libri e giornali dell’immenso patrimonio della “Tucci”, l’emeroteca  biblioteca dei giornalisti, cui si rivolgono studiosi di tutto il mondo (responsabile della comunicazione, Stefania De Bonis).

 Biblioteche, emeroteche e archivi nell’era digitale sono più preziosi che mai, perché assicurano l’accesso gratuito alla conoscenza laddove  Google, Facebook  etc  venderanno i nostri dati al miglior offerente e daranno ricchezze e potere a poche persone. I “depositi del sapere”  potrebbero giocare un ruolo, nel sottrarre spazio a queste “superpotenze private”,  per il bene della società: antidoto contro la manipolazione della verità.  Preservare il sapere è un servizio sociale, peccato che in Italia non si investano adeguate risorse per tutelare questi istituti.

Una Cittadella universitaria da Oscar

Una Cittadella universitaria da Oscar

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: straordinario successo ai David di Donatello 2022 per i “Grandi Maestri” del Cinema dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Si può ormai definire una formazione accademica ‘da Oscar’ quella dell’Università Suor Orsola...

E ora il “branco” va in spiaggia…

E ora il “branco” va in spiaggia…

Non bastava la mala-movida. Ancora gravi i due minorenni accoltellati a Marechiaro. Il mare negato Non bastava la mala-movida notturna, adesso con l’arrivo della bella stagione c’è da fronteggiare anche la violenza collegata all’afflusso alle località balneari,...

Napoli, il futuro è da inventare

Napoli, il futuro è da inventare

Il terzo posto non può diventare il punto di arrivo per una società ambiziosa e per tifosi appassionati Sarà il Milan o l’Inter a fregiarsi del triangolino tricolore ai tifosi del Napoli interessa poco. La delusione, nonostante il terzo posto e la qualificazione...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Il cinema napoletano in cattedra ai David di Donatello

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: ben 12 nomination ai “Grandi Maestri” dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Questa sera (diretta su Rai Uno dalle 21.25) negli studi di Cinecittà per la cerimonia di premiazione della 67esima edizione dei David di...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

Lavoro, è il boom dell’archeologo tecnologico

di Federico Marazzi * In Campania l’eccellenza della formazione è all’Università Suor Orsola Benincasa Immaginate di vedere per la strada un’auto d’epoca, esteticamente affascinante, capace di ottime performances, ma a prezzo di consumi di carburante decisamente...

Come tutelare il nostro “oro blu”

Come tutelare il nostro “oro blu”

Iniziativa per la candidatura Unesco delle acque sorgive del Golfo a “patrimonio dell'Umanità”. I dati, le ipotesi “Facile aprire il rubinetto ed avere a disposizione una delle acque più pregiate, più controllate d’Italia. Ma ciò richiede un grosso sforzo tecnico, una...

Calcio, l’Italia s’è persa

Calcio, l’Italia s’è persa

Come ripartire dopo la delusione della Nazionale Riparte il campionato e sarà volata tutta d’un fiato fino al 22 maggio quando conosceremo l’esito del torneo più incerto ed emozionante da 10 stagioni a questa parte. Si riparte con gare importantissime ai fini della...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te