Napoli, il Comandante Generale dell’Arma Dei Carabinieri in visita ai reparti territoriali della provincia partenopea

da | Lug 3, 2021 | Cronaca

Ieri mattina il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi ha visitato la caserma “Salvo D’Acquisto”, storica sede napoletana del Comando Legione Carabinieri “Campania”.
Ad accoglierlo nel cortile d’onore, nel rispetto delle normative anti-contagio ancora in vigore,  il Comandante della Legione Carabinieri “Campania” Generale di Divisione Maurizio Stefanizzi, il Comandante Provinciale Carabinieri di Napoli Generale di Brigata Canio Giuseppe La Gala, il Comandante della Regione Carabinieri Forestale “Campania” Generale di Brigata Ciro Lungo e una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado della Legione Campania, della territoriale e dei reparti speciali.
In video-collegamento dalle rispettive sedi, militari dei Gruppi di Napoli, Torre Annunziata, Castello di Cisterna e delle 16 compagnie della provincia napoletana.
Il Comandante Generale ha preso la parola e salutato il personale, complimentandosi per l’impegno profuso nella lotta alla criminalità comune e organizzata.  Ha poi evidenziato l’importanza del lavoro svolto quotidianamente al fianco del cittadino, uno dei pilastri fondanti dell’attività secolare dell’Arma dei Carabinieri: “Amo definire i Carabinieri come parte di una schiera, di una squadra che ha contribuito a fare grande il paese.”.
Un pensiero e ringraziamenti sono stati dedicati al ruolo del Comandante Provinciale, vero coordinatore e propulsore delle attività territoriali e a quello del Comandante di Compagnia.
Quest’ultimo, insieme al Comandante di Stazione, ha dichiarato il Generale Luzi, “è una pedina fondamentale dell’Arma e dello Stato. Ancora più importante ora che, durante la pandemia, il cittadino è smarrito, gravato da uno sconcerto sociale che lascerà il segno nel tempo.”
La presenza sul territorio il vero motore dell’Arma per garantire la sicurezza ed “un contatto epidermico one-to-one con il cittadino”
Grande riconoscimento al lavoro svolto dai Reparti speciali dell’Arma e al comparto Forestale: “oltre 7mila persone” – ha aggiunto il Comandante parlando dei Carabinieri Forestali –  “che si interessano di ambiente e biodiversità, con compiti di sicurezza. I carabinieri Forestali sono “sacerdoti” che tutelano la ricca biodiversità della nostra nazione”.
Dopo aver invitato i militari a proseguire instancabilmente nella lotta ad ogni forma di abuso, ha rivolto un sentito pensiero alle vittime del dovere, ai loro congiunti e a tutti i familiari dei Carabinieri della penisola. Ha concluso con una parola a lui cara, “Grazie”: “Grazie per il lavoro che fate,  per l’energia che profondete nella vicinanza al cittadino e per il modo di tenere alto il prestigio dell’Arma”.
Il Generale Luzi ha poi lasciato la caserma “Salvo D’Acquisto” e raggiunto la “Caretto”, sede del 10° Reggimento Carabinieri “Campania”. Accolto dal Comandante del Reggimento Colonnello Emanuele De Santis, il Generale ha posto l’accento sul delicato compito svolto dai militari nella tutela dell’ordine pubblico.
Ha successivamente visitato la Compagnia Carabinieri di Marano di Napoli e la Stazione Carabinieri di Napoli Borgoloreto, nel cuore del capoluogo campano.
Accompagnato dal Comandante Provinciale di Napoli Generale di Brigata Canio Giuseppe La Gala e ricevuto dai Comandanti dei rispettivi reparti, il vertice dell’Arma ha incontrato il personale esprimendo ancora una volta il proprio compiacimento per la costante dedizione nelle attività di controllo del territorio e lotta alla criminalità, in un territorio complesso e dall’alto tasso criminale.
“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te