Sperimentazioni al seno, il Pascale primo centro clinico al mondo

da | Giu 25, 2021 | Salute

Con oltre 50 protocolli attivi e centinaia di donne arruolate, Michelino de Laurentiis ha aperto nei giorni scorsi due nuovi studi. Unico, ad oggi, a livello internazionale l’Istituto dei tumori di Napoli sperimenterà farmaci innovativi nell’ambito di questi nuovi protocolli. Si tratta di farmaci in grado di aumentare il tasso di probabilità di guarigione nei tumori mammari in fase precoce o di migliorare il controllo della malattia dei tumori metastatici.

La signora che intorno a mezzogiorno di ieri ha varcato la porta del reparto del sesto piano della palazzina degenze del Pascale è la prima al mondo ad essere stata inserita in un protocollo terapeutico innovativo. Affetta da tumore mammario metastatico sarà la prima a sperimentare un nuovo farmaco nell’ambito dello studio Destiny B12 che è dedicato alle donne con tumore mammario metastatico HER2+ (uno dei principali sottotipi di tumore al seno).
Il secondo studio che rappresenta un altro primato dell’Istituto dei Tumori di Napoli è lo studio ZEST, aperto ad oggi in nessun altro centro al mondo. A coordinarli: Michelino De Laurentiis, direttore dell’Unità operativa complessa di Oncologia medica senologica dell’Irccs partenopeo. Numerose le pazienti che a partire da oggi verranno reclutate nei due protocolli. Per De Laurentiis non si tratta sicuramente dei primi studi. Da gennaio l’oncologo napoletano, e con lui il Pascale, vantano, infatti, il primato di aver aperto 15 nuovi protocolli internazionali (che vanno ad aggiungersi ai 50 già attivi) di terapie innovative nel tumore al seno rivestendo per molti di essi un ruolo fondamentale come coordinatori nazionali o, in qualche caso, Principal Investigator mondiale.
Fra questi studi, dunque, il Destiny B12 e lo ZEST. Il Destiny B12 è un protocollo che prevede l’impiego di un nuovo farmaco molto potente, il trastuzumab-deruxtecan, nelle donne con tumore al seno metastatico (cioè in fase avanzata) HER2+. Questo studio si unisce a tutto un pacchetto di studi su questo farmaco (gli studi Destiny, appunto) già attivi o in corso di attivazione presso l’istituto e che fanno del Pascale uno dei principali centri di sperimentazione al mondo con questa nuova potentissima arma terapeutica.
Lo studio ZEST riguarda invece i tumori BRCA-mutati HER2- e quelli triplo-negativi (tutti, indipendentemente da BRCA) appena operati e prevede l’impiego del farmaco Niraparib dopo la classica chemioterapia nelle pazienti che presentano DNA-tumorale circolante rilevato con un prelievo di sangue, la cosiddetta ‘biopsia liquida’ e rappresenta, pertanto, un protocollo altamente innovativo in grado di aumentare potenzialmente i tassi di guarigione in questo sottotipo tumorale altamente aggressivo.
«Siamo orgogliosi  di poter offrire alle nostre pazienti come primi al mondo questi innovativi protocolli terapeutici – dice de Laurentiis – nella scia del nostro impegno di questi ultimi anni volto a sviluppare un’offerta di trattamenti innovativi per il tumore al seno che non teme confronti e che consente alle nostre pazienti di ricevere con alcuni anni di anticipo terapie che in futuro saranno disponibili in tutti i centri oncologici».
Ed orgoglioso è anche il direttore generale dell’Istituto dei tumori di Napoli, Attilio Bianchi: «Il Pascale – dice il manager – non si è mai fermato, lo abbiamo detto e sentito tante volte durante questa terribile pandemia. E continuiamo a non fermarci nella ricerca e nell’assistenza. Davvero fantastico questo risultato dell’equipe del dottor de Laurentiis e a lui, come a tutti i nostri operatori, va il mio pensiero di orgoglio e ringraziamento».
La paura del vaccino? È irrazionale

La paura del vaccino? È irrazionale

di Alberto Vito * La contrapposizione del pensiero tra chi valuta la profilassi come una salvezza e chi è perplesso Nel nostro Paese è iniziata la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per le persone “fragili”, affette da patologie importanti, e a...

Esposizione solare: una medicina naturale per adulti e bambini

Esposizione solare: una medicina naturale per adulti e bambini

L’esposizione al sole è fondamentale come medicina naturale sia per grandi che per piccini, ha davvero molti diversi benefici. Pensare solamente che già solo far entrare il sole nelle nostre case dalle finestre la mattina ha un forte potere rigenerante e tonico,...

Ospedale Monaldi, Impiantato il primo cuore bioartificiale totale

Ospedale Monaldi, Impiantato il primo cuore bioartificiale totale

Primo intervento in Europa da quando il dispositivo ha superato la fase di sperimentazione clinica È stato impiantato all’Ospedale Monaldi di Napoli, per la prima volta in Europa dopo la fase di sperimentazione clinica, il primo cuore bioartificiale totale Carmat...

Domenica in bici: a Marano “la pedalata del cuore”

Domenica in bici: a Marano “la pedalata del cuore”

Domenica 27 giugno si terrà la seconda edizione dell’evento “La pedalata del cuore”. La manifestazione nasce con il chiaro intento di sensibilizzare le persone, incentivando l’attività fisica e promuovendo, nell’occasione, una passeggiata in bicicletta. “Se ascolto il...

Viaggi della speranza? Anche no!

Viaggi della speranza? Anche no!

In tempo di pandemia, in Campania si riscoprono le eccellenze per la cura delle patologie cardiovascolari Nel 2020 si è registrata una diminuzione dei viaggi della speranza verso le regioni del Nord per quel che riguarda gli interventi relativi all’apparato...

Rischio violenza sui minori, al via corsi per pediatri

Rischio violenza sui minori, al via corsi per pediatri

Seri conflitti di coppia esacerbati dalla convivenza obbligata, distruzione della routine domestica, insicurezza economica per le famiglie ed ecco che la pandemia può vestire i panni dell’’orco’, costituendo un fardello pesantissimo per bambini e adolescenti. Diversi...

Mieloma multiplo, presto un nuovo farmaco al Cardarelli

Mieloma multiplo, presto un nuovo farmaco al Cardarelli

 I pazienti con mieloma multiplo sono tra i più fragili nei confronti del Covid-19. Non solo perché se contagiati hanno un maggior rischio di andare incontro a complicanze gravi, soprattutto polmoniti, ma anche perché devono spesso recarsi in ospedale per controlli e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te