Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

da | Giu 14, 2021 | Cronaca

Sicurezza, occupazione, esperienza di gioco. Ecco le tre risposte che il gambling italiano deve dare al futuro.

Da quando per la prima volta, per contrastare la diffusione della pandemia Covid 19, i lavoratori del settore del gioco legale hanno dovuto tirare giù la saracinesca sono passati 300 giorni. Era il 2020, si è provato a riaprire qualcosa nell’estate scorsa, ma è durato poco: i contagi sono tornati a salire e le chiusure sono rimaste le uniche armi da giocare. 300 giorni. Un’enormità per chi vive di quel lavoro. Aziende in ginocchio, lavoratori allo stremo. Stando a quanto si legge su Gaming Report, “oltre il 53% delle attività legate a lotterie e scommesse sono ritenute a rischio operativo, con il restante 47% in tenuta strutturale in bilico”.

Per questo la Luiss Business School ha effettuato una ricerca per studiare le evoluzioni del mondo del gambling. Un progetto che ha un duplice obiettivo. Il primo è quello di offrire una fotografia precisa, completa e dettagliata della filiera del gioco regolamentato, illustrando in che modo questo si articoli tra tecnologia, concessionari e distributori. Il secondo, invece, è quello di analizzare il legame che esiste tra gioco legale e illegale, per capire come una riduzione del primo, registratasi durante il lockdown di marzo 2020, possa portare a un mento di casi illeciti.

A spiegare queste finalità è stato direttamente Raffaele Oriani, docente di finanza aziendale alla Luiss Business School e componente del comitato scientifico dell’Osservatorio sul mercato regolato, che ha sottolineato anche un aspetto fondamentale. I primi dati raccolti infatti hanno evidenziato come l’aumento del mercato illegale, in netta contrapposizione con il settore dei casinò online autorizzati, potrebbe aver raggiunto i 4 milioni di giocatori, spesso non consapevoli di questa scelta e a rischio dipendenze, come si legge in questo articolo pubblicato dalla nostra redazione. Altro numero inquietante è quello occupazionale: il settore del gioco illegale potrebbe impiegare oltre 100 mila persone, molte di più rispetto a quelle del gioco legale.

Per questo è fondamentale investire e innovare le aziende. Infatti l’ultimo capitolo della ricerca Luiss si basa su questo: sono il 63% le imprese con oltre 10 addetti ad aver investito nelle tecnologie digitali, rispetto al 61% della media nazionale. Un dato alto, che spiega il grande contenuto tecnologico del nostro gambling. E un’evoluzione continua, diretta a migliorare l’esperienza del giocatore ma non solo: anche proteggere i clienti e i lavoratori, favorendo il gioco legale.

 

Quartieri Spagnoli, tenta di rapinare una turista: arrestato

Quartieri Spagnoli, tenta di rapinare una turista: arrestato

Ieri pomeriggio gli agenti dei Commissariati Montecalvario e Dante, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in vico Lungo del Gelso sono stati avvicinati da alcuni passanti i quali hanno segnalato un tentativo di rapina nei pressi di un...

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Napoletano, 59 anni, è direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Nazionale Tumori Pascale di Napoli Francesco Perrone, direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, è il nuovo...

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni–Barra e i Falchi della Squadra Mobile, nel transitare in via delle Ninfe, hanno notato un uomo che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato...

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

La Protezione Civile della Regione ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 6 del mattino fino alle 23.59 di domani venerdì 22 ottobre sulle zone 1, 2, 3 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno...

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Amore, quello per la vita, è la motivazione unica del Premio Buona Sanità in Tour, giunto quest’anno alla XXIII edizione. La Conferenza stampa di presentazione si terrà venerdì 22 ottobre ore 12.00, nella sede dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli,...

Marano, accoltellata da un 17enne per una lite per un posto auto

Marano, accoltellata da un 17enne per una lite per un posto auto

Quasi un’intera famiglia in manette per il tentato omicidio commesso ieri pomeriggio a Marano, in via Campania. Vittima una 34enne del posto, colpita da 4 fendenti che le sono costate il ricovero immediato in prognosi riservata presso l’ospedale di Santa Maria delle...

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

Si è conclusa con un grandissimo riscontro di pubblico e critica la tredicesima edizione della Crociera della Musica Napoletana, l’evento transnazionale, esperienziale ed emozionale organizzato da Scoop Travel a bordo delle navi della Msc Crociere, evento che tende a...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te