“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

da | Giu 9, 2021 | Cronaca

Vaccinarsi contro il Covid in farmacia a Napoli è già realtà ma da oggi, grazie all’iniziativa privata, nei locali della “Croce verde” si potranno “curare” anche il disagio e la solitudine delle persone più deboli. L’idea è semplice e nasce dalla sinergia tra la farmacia “Segreto” e l’associazione “Le Viole di Partenope”.

Si chiama “Libera il tuo segreto” ed è il primo punto sociale di raccolta di segnalazioni, denunce e idee per dare una mano agli anziani ed ai cittadini “fragili” rimasti coinvolti nelle restrizioni del lockdown e dalle molteplici conseguenze della pandemia.

Il programma, voluto dalle due realtà partenopee, prevede che chiunque, anche in anonimato, desideri denunciare una situazione di difficoltà o una richiesta di assistenza, può depositare un messaggio in una cassetta delle lettere posta all’ingresso della nota farmacia di via Belvedere al Vomero. La missiva viene poi consegnata alle operatrici dell’associazione di promozione sociale che, valutata la gravità o l’emergenza dei singoli casi, intervengono nel modo più idoneo.

“Vogliamo estendere la “funzione sociale” della nostra attività e renderci utili per i cittadini più deboli ­– dice Francesco Segreto, titolare dell’attività omonima – per questo abbiamo ideato il programma “Libera il tuo segreto”. Da oggi – continua – chi entra nel nostro locale, chi viene da noi per vaccinarsi o riceve quotidianamente i farmaci presso la propria abitazione, potrà segnalarci un caso che richiede assistenza, semplicemente scrivendoci. Tutti i messaggi pervenuti saranno depositati in un box all’esterno della nostra farmacia ed ogni giorno lo svuoteremo per inviare i casi più urgenti alle amiche dell’associazione di Materdei. Nella speranza di contribuire così ad alleviare, o magari risolvere, una situazione di disagio o di sofferenza”.

Maria Pia Viola, presidente delle “Viole di Partenope – circolo di “Noi Napoli” ed ente territoriale della realtà associativa nazionale “Noi Verona”, spiega i motivi dell’accordo.

“Abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa di Francesco – dichiara Maria Pia – e siamo pronte a dare una mano. La nostra associazione – dichiara la giovane operatrice – è impegnata da anni ad aiutare le fasce deboli dei quartieri del centro storico di Napoli con il supporto di assistenti sociali, psicologi, psicoterapeuti e tutor per i minori. Conoscere anche le problematiche sociali della zona collinare della città – conclude – rende più efficace il nostro lavoro”.

L’iniziativa è attiva anche online infatti, oltre alla segnalazione su carta, sarà possibile inviare una email all’indirizzo: liberailtuosegreto@gmail.com o seguire gli aggiornamenti cliccando su #liberailtuosegreto.

Vomero, donna muore in un incendio

Vomero, donna muore in un incendio

Allarme al Vomero attorno alle 12 vigili del fuoco ambulanze e forze dell'ordine dirette verso piazza Fuga. Angoscia dei genitori con i figli che anche stamattina nelle vicine scuole. Una donna 94enne è morta carbonizzata. Al momento si sa che l'incendio era in una...

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Nei giorni scorsi un uomo è rimasto ferito a un passaggio a livello nei pressi della stazione di Casalnuovo. All’arrivo della chiamata alla Sala Operativa del Compartimento Polfer di Napoli si è subito attivata la macchina dei soccorsi: sul posto è giunto personale...

Restituire la fiducia ai giovani

Restituire la fiducia ai giovani

di Cinzia Rosaria Baldi * Intervista a Emilia Narciso neo presidente Unicef Campania L’Unicef  Italia in questi giorni  festeggia  i trent’anni dalla ratifica nel nostro Paese della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, diritti messi direttamente...

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

È stato completato e consegnato all’Amministrazione Comunale il progetto esecutivo del Lungomare di Napoli, dal titolo "Riqualificazione ciclo-pedonale del Lungomare di Napoli, tratto compreso tra Piazza Vittoria e il Molosiglio". Il progetto, esito di una gara...

Napoli, addio al professore Giacomo De Cristofaro

Napoli, addio al professore Giacomo De Cristofaro

Addio al professore Giacomo De Cristofaro, luminare del Diritto romano, per lunghi anni docente alla Federico II (in stretta collaborazione con Casavola) e poi in tempi più recenti  al Suor Orsola Benincasa. Uomo di grande intelligenza e cultura e, soprattutto, di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te