Studenti e poesie per la legalità: la cultura all’aperto da “IoCiSto”. Premiati Erman e Casolare, ma tutti hanno trovato “il verso giusto”

da | Giu 3, 2021 | Cultura&Spettacolo

Nel giorno della rimozione delle principali restrizioni anti Covid, martedì scorso  è avvenuta  “en plein air”  al Vomero la premiazione degli studenti vincitori del concorso  di poesia per la legalità  “Il verso giusto” – organizzato dall’Associazione Alberto Mario Moriconi (avvocato-poeta  giornalista  scomparso nel 2010) – in collaborazione con la libreria “IoCiSto”.  La manifestazione in piazza Fuga, condotta da Federica Flocco, è stata anche un’occasione per ritrovarsi dopo tanto tempo, in un’atmosfera – le poesie declamate dagli artisti Federica Grimaldi e Sergio Savastano – che faceva tanto Hyde Park…

Prima edizione di un concorso che rientra nell’ambito del progetto “Una giornata leggend… aria. Libri e lettori per le strade di Napoli” avviato sei anni fa dalla professoressa  e giornalista Bernardina  Moriconi  (presidente dell’associazione) per portare la letteratura, la cultura, per le strade,  all’aperto…   Ma come mai questo tema?  “A settembre mi resi  conto che il 21 marzo c’è la coincidenza tra la Giornata mondiale della Poesia e la Giornata delle vittime innocenti di mafia”, spiega la Moriconi, “di qui l’idea di coniugare la poesia con tematiche relative alla memoria e alla partecipazione civile”. La poesia è congeniale ai ragazzi, che hanno risposto con passione.

Per le medie il primo premio è andato ad Antonio Erman, classe 3B della scuola “Viale delle Acacie”,  per i versi  dal titolo “Un nuovo sole”: un componimento, è scritto nella motivazione, che esalta mirabilmente il potere della parola (e l’importanza della Memoria)…

 

Secondo premio  a Vanessa Castilletti, Federica Chiacchiarini, Dalila De Vita e Alessandra Granata della “Minucci”; terzo premio a Sergio Cotugno di “Viale delle Acacie”.  Attestati poi a Giorgia Amitrano della “Belvedere” nonché a Francesco Mautone e Gabriele Di Marino della “Don Milani-Dorso”.

Per le scuole superiori, prima classificata  Elia Casolare dell’Istituto Casanova; seconda,  Alessandra Della Corte del Liceo Vittorini; terza,  Gaia Esposito dell’Istituto Casanova. Attestati a Dino Galiano del  Liceo Sannazaro ed a Stefano Richiello del Vittorini.

 “Ma i ragazzi  sono stati tutti bravi, si sono impegnati,  e devono ritenersi tutti vincitori”, ha detto Federica Flocco (dalla giuria sono stati vagliati un centinaio di scritti): “Nella vita è difficile trovare il verso giusto,  e questi ragazzi ci sono riusciti”.

Giuria composta da Paolo Siani, Nino Daniele, Paolo De Luca, Giuseppe Perna,  Lorenzo Marone, Emanuele Cerullo, Bernardina Moriconi e Vania Piscopo.  Interventi del presidente della V Municipalità, De Luca; di Pino Perna,  presidente dell’Associazione Annalisa Durante; e dello scrittore Emanuele Cerullo che ha anche letto le motivazioni.

Apprezzamenti  generali per la Moriconi e per la Piscopo e per il resto del team. Un modo nuovo per veicolare i contenuti dell’educazione alla legalità, nell’ambito del più ampio progetto per promuovere la lettura come strumento di arricchimento/approfondimento dei saperi e  mezzo privilegiato di svago.

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

Ferito a morte è uno di quei libri che, grazie alla vita propria dell’opera d’arte, rappresenta  aspetti psicologici e sociologici che trascendono la volontà dell’autore medesimo. Parliamo dunque della seconda, e più nota opera, dello scrittore napoletano Raffaele La...

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

  Un altro straordinario ritratto di Napoli è l’oggetto del “classico” di questa settimana, parliamo di Neapocalisse saggio sociologico dal solido impianto narrativo, pubblicato a Napoli nel 1990. L’opera invero risaliva al decennio precedente frutto della...

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

La recensione di questa settimana riguarda il denso quaderno di appunti di un grandissimo pianista e compositore meridionale il quale, poco più che cinquantenne, appartiene all’olimpo dei classici del pianismo mondiale. Parliamo di Francesco Libetta, grande musicista...

Lo cunto de li cunti

Lo cunto de li cunti

Il classico dei classici, bello tra i belli, Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile è, attualmente, il libro napoletano più noto, meritando persino, in tempi recentissimi, una messinscena cinematografica che, in verità, non ha riscosso consensi straordinari, ma...

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Un rapporto sul turismo enogastronomico individua la città partenopea come la più “appetibile” Gradualmente le riaperture stanno riportando turisti e visitatori nelle città italiane. Non sarà, purtroppo, un fenomeno di massa, ma considerati i presupposti, bisogna...

Parte il Festival delle Arti 2021

Parte il Festival delle Arti 2021

La rassegna, giunta alla sua sesta edizione, è organizzata dalla storica associazione Noi per Napoli Parte il Festival delle Arti 2021 Noi per Napoli dedicato alla città di Napoli, al suo patrimonio storico e culturale, alle sue tradizioni, alla Lirica e al Bel Canto...

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te