L’appello di Tullio Pironti: “Comprate i libri in libreria e non sul web”

da | Mag 24, 2021 | Cronaca

Tullio Pironti, da 60 anni editore-libraio in piazza Dante, lancia un appello alla cittadinanza: “Ritornate nelle librerie dopo questo sciagurato anno in cui molti si sono rivolti ai fornitori via internet e sembrano dimenticare quelle buone abitudini pure tante volte rievocate e rimpiante in questi mesi di chiusure e isolamento”, dice. E aggiunge: “Vedo con piacere che tante botteghe alla loro riapertura già si stanno ripopolando con gli antichi e nuovi clienti, auguro loro di riprendere in pieno l’attività e di accrescerla. Ma devo constatare con sorpresa e dolore che non accade lo stesso nelle librerie. Eppure leggo sui giornali dati e statistiche che dicono essere i libri fra i prodotti che non avrebbero subito danni dalle restrizioni, misure che sono state giuste, necessarie, e determinanti per difenderci dalla pandemia”.
“Voglio ricordare – riprende Pironti -adesso a tutti i lettori che ordinare sul computer un titolo leggendolo in una lista di offerte è cosa ben diversa dall’entrare in un luogo pieno di volumi, di edizioni nuove o usate, di libri d’arte o romanzi, insomma di prodotti per tutti i gusti e le necessità, oggetti spesso preziosi che si possono toccare, sfogliare, guardare, apprezzare, soppesare. Una cosa è attendere a casa la bussata dello spedizioniere che consegna un pacchetto, ben altra è l’accoglienza in un negozio, lo scambio di pareri e  consigli con i librai, la scelta fra le copertine, la scoperta del volume che si desiderava da tempo e il cui ricordo riemerge solo quando lo si trova fra i tanti a disposizione nelle vetrine e negli scaffali di una libreria. E mi aspetto anche che i tanti intellettuali e le persone di buon gusto che spesso affollavano le librerie anche senza fare acquisti, m solo per il gusto di una conversazione, sappiano ritrovare il senso e la pratica di queste buone vecchie abitudini”.
Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te